Menu
RSS

Sindacati in piazza il 16 maggio per il rinnovo contrattuale

Uno sciopero del turismo per il turismo. A un anno ormai dalla scadenza del contratto nazionale del Turismo sottoscritto con le diverse associazioni imprenditoriali, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTuCs Uil esprimono grande preoccupazione per la situazione in cui versano le relazioni sindacali. L'unico risultato positivo ottenuto fino ad ora, infatti, è stato la sigla dell'accordo di rinnovo con Federalberghi e Faita. “Abbiamo assistito in questo periodo ad atteggiamenti inaccettabili delle controparti che hanno oscillato fra la strumentale politica della dilazione dei tempi e quella, ancor più devastante, delle disdette unilaterali – affermano le sigle in una nota -. La scomposizione del fronte datoriale ha solo generato confusione e preoccupazione fra gli addetti e aggravato l'incidenza degli effetti della crisi economica che, sia da parte delle imprese che dei lavoratori, avrebbero avuto bisogno, al contrario, di soluzioni responsabili e tempestive".

Leggi tutto...

Lapideo, alleanza fra Regione e mondo del lavoro per garantire il futuro del settore

Una forte alleanza per la riforma del settore lapideo tra mondo del lavoro e la Regione Toscana. È quanto è emerso dall'incontro che si è svolto stamani a Firenze tra lavoratori del settore, organizzazioni sindacali e Regione Toscana. All'incontro erano presenti le organizzazioni sindacali della Toscana (Cgil, Cisl e Uil), le rappresentanze dei sindacati di categoria, il presidente della Regione, gli assessori all'urbanistica e ai trasporti, Anna Marson e Vincenzo Ceccarelli. È stato un incontro utile e costruttivo e si è concluso in maniera positiva. La revisione della legge regionale 78 e la predisposizione del piano paesaggistico sono infatti un'occasione importante e irripetibile per realizzare un cambiamento radicale, atteso da decenni.

Leggi tutto...

“Riciclo aperto”, al via la tre giorni del cartario

Cosa succede ai giornali, scatole, sacchetti, imballaggi di carta e cartone che buttiamo nel cassonetto della raccolta differenziata? Perché è importante differenziare correttamente i rifiuti? Quali sono e come operano gli attori della filiera? Da domani (10 aprile) al 12 è possibile scoprirlo alla 13esima edizione di Riciclo Aperto, l’iniziativa a porte aperte della filiera cartaria, organizzata da Comieco, il Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, in collaborazione con Assocarta e Assografici e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di Anci, Federambiente, Federmacero e Unionmaceri.

Leggi tutto...

Coldiretti: “No alla soppressione delle Camere di Commercio”

No alla soppressione delle Camere di Commercio che svolgono un importante ruolo per dare visibilità al sistema delle imprese, anche agricole, attraverso lo strumento telematico del registro delle imprese. E’ quanto afferma la Coldiretti che in riferimento al Def, il Documento di Economia e Finanza, sottolinea che è necessario utilizzare le Camere di Commercio con razionalizzazioni ed accorpamenti territoriali per incrementare la trasparenza e la concorrenza sul mercato valorizzando i laboratori tecnici deputati a garantire la sicurezza dei beni posti sul mercato e la tutela della territorialità mediante un progetto che consenta di associare scientificamente la provenienza di qualsiasi prodotto alimentare. “Accanto al Registro delle imprese - conclude la Coldiretti - sia istituito un Registro (pubblico) dei prodotti agricoli in grado di consentire ai consumatori di conoscere l’effettiva provenienza del latte, della carne, della frutta che acquistano, valorizzando la sana concorrenza e la distintività dei prodotti”.

Leggi tutto...

Metalmeccanici, bocciato l'accordo al referendum tra i lavoratori

Testo unico sulla rappresentanza, i metalmeccanici lucchesi e quelli della Toscana bocciano l'accordo nel referendum, la cui tornata si è conclusa ieri (7 aprile). Una consultazione che è stata fatta entrando nel merito della questione e quindi mettendo in piena evidenza tutti i contenuti dell'accordo sottoscritto il 10 gennaio scorso. A Lucca e provincia sono state coinvolte 81 aziende, più un'assemblea interaziendale: 3.418 i lavoratori e le lavoratrici coinvolte, dei quali 1.601 iscritti Fiom. A livello regionale Lucca si attesta al secondo posto, dopo Firenze, quale territorio di maggior coinvolgimento e partecipazione dei lavoratori al referendum. Hanno partecipato al voto 3.177 persone: 2.945 hanno bocciato l'accordo. “I dati del referendum sono univoci - commenta Massimo Braccini, segretario generale della Fiom Cgil Toscana -: i metalmeccanici in Toscana bocciano senza appello l'accordo interconfederale: su 27.628 votanti effettivi i no risultano 25.613, pari al 92,70%, mentre i Si risultano 1.366, ovvero il 4,94%. Le schede bianche e nulle sono state 650”.

Leggi tutto...

Autoletture per luce e gas, Gesam: “Procedure indipendenti dalla società”

Non è di certo semplice, sopratutto in questi tempi, per i fornitori di luce e gas rendere tutti i clienti contenti e soddisfatti. Negli ultimi anni l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg) ha prodotto diverse delibere con l’intenzione di far chiarezza nei documenti di fatturazione e questi provvedimenti devono essere rispettati dalle società di vendita, cui viene imposto il rispetto di precisi tempi in svariati procedimenti, come - in particolare - nel procedimento di fatturazione. Pur trattandosi di disposizioni dettate da fini di trasparenza, nondimeno si tratta di disposizioni tecniche di rilevante complessità. Gli uffici di Gesam Gas & Luce sono a disposizione per ogni chiarimento e mettono a disposizione di tutti i clienti un numero verde gratuito (800 014 266) per la comunicazione dell’autolettura.

Leggi tutto...

Rossi ad aziende lapideo: Piano paesaggio non cambia

marmo"La violenza con cui le imprese lapidee del parco delle Apuane si scagliano contro l'operato dell'assessore all'urbanistica Anna Marson e dell'intera giunta regionale rendono ancora più evidente che è necessaria una svolta nel governo e nella regolazione delle cave. Questa la valutazione del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi sulla nota del coordinamento delle aziende del marmo. Riconfermando la più completa fiducia nell'operato dell'assessore, il presidente rivendica la più completa responsabilità del Piano paesaggistico. Nessuno, sottolinea poi, può considerarsi padrone assoluto di attività e sottrarsi alla ricerca di soluzioni equilibrate su attività che hanno bisogno di autorizzazioni pubbliche. "Se c'è qualcuno che pensa che non si approverà il Piano - afferma il presidente - si sbaglia di grosso".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter