Menu
RSS

Fiom Versilia: "Sui pescherecci si teme siano imbarcati operai addetti al refitting"

Dopo il naufragio del peschereccio davanti la costa viareggina avvenuta alcuni giorni fa Fiom Versilia lancia un allarme sulla regolarità degli equipaggi in servizio su queste imbarcazioni. "Nella quotidianità sulle imbarcazioni ferme in porto o presso i cantieri navali per operazioni dette di refitting rimessaggio, manutenzione, riparazione, collaudo natanti, - spiegano dalla Fiom - ci viene infatti rappresentato che spesso risultino imbarcati dei lavoratori per dette operazioni, al posto dei veri equipaggi".
"Leggendo la stampa e gli umori di Viareggio – continuano dal sindacato - di questi giorni cogliamo lo sconforto e lo sgomento, al quale ci associamo, per quanto accaduto ai due pescatori attualmente dispersi a seguito dell'affondamento di un peschereccio. Quanto fatto a nostro avviso testimonia quanto ci sia da fare in merito alle verifiche delle vigenti norme di sicurezza soprattutto da parte degli organi preposti. Questo, qualora fosse riscontrato, non solo crea un serio problema dal punto di vista delle norme di sicurezza più elementari, ma anche dal punto di vista contrattuale per tutte le violazioni, contrattuali e contributive che ne dovessero derivare qualora il rapporto fosse irregolare".
"Nello specifico, le barche, - concludono dalla Fiom Versilia - se pur battenti bandiera straniera, non possono essere considerate come zona frana dall'applicazione delle norme di legge o dei contratti di lavoro, per questo, prima che accadano altre tragedie, vorremmo che fosse alzata l'attenzione sul problema, che a nostro avviso è ampio e ad oggi scarsamente controllato".

Leggi tutto...

Lavanderie, deve essere comunicato il nome del responsabile tecnico

La Confartigianato Imprese di Lucca, comunica che entro il prossimo 6 novembre, le tintolavanderie già operative alla data del 7 novembre 2013, devono comunicare, all'ente preposto, il nominativo del responsabile tecnico in possesso di apposita idoneità professionale.

Leggi tutto...

Antonio Zanframundo nuovo direttore della Sca di Porcari

Antonio ZanframundoSca Italia, azienda leader mondiale nei settori dell'igiene e del forestale con i suoi brand Tena, Nuvenia, Tempo, Tork, Demak'Up e Libero, ha annunciato la nomina di Antonio Zanframundo come nuovo direttore dello stabilimento e degli impianti di Lucca 1 e Lucca 2 a Porcari. Dopo una laurea in ingegneria meccanica, Zanframundo inizia la sua carriera in Procter & Gamble, dove lavora per oltre 7 anni nei settori paper - ricoprendo diversi ruoli fino a diventare Plant Engineering Manager - e nel beauty care, con il ruolo di european internal consultant for lean manufacturing.

Leggi tutto...

Efficienza energetica e sostenibilità: accordo Enel-Anci

Promuovere l’utilizzo di tecnologie sostenibili e ad alta efficienza sui territori comunali attraverso sensibilizzazione dei cittadini, semplificazione delle procedure e adozione di misure che favoriscano l’utilizzo di mobilità a zero emissioni: sono questi gli obiettivi dell’accordo quadro sottoscritto oggi a Torino dal responsabile mercato Italia Enel Nicola Lanzetta e dal segretario generale Anci Veronica Nicotra a Torino.

Leggi tutto...

Anche Sca al Quirinale per la Giornata nazionale della ricerca sul cancro


Sergio Mattarella e Carlos Parra Giornata Nazionale della Ricerca sul Cancro Visita al Quirinale per Sca, in occasione della Giornata nazionale della ricerca sul cancro, L'azienda lucchese, leader mondiale nei settori dell’igiene e del forestale con i suoi brand Nuvenia, Tena, Tempo, Tork, Demak’up e Libero, ha partecipato alla cerimonia ufficiale di celebrazione alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al ministro della Salute Beatrice Lorenzin e al presidente dell’Airc Pier Giuseppe Torrani.

Leggi tutto...

Ondulati Giusti, nuovo sciopero contro cassa integrazione

20151029063514Nuovo sciopero di 2 ore per ciascuno dei tre turni della giornata alla Ondulati Giusti di Altopascio. Dopo l'astensione dal lavoro della scorsa settimana i 192 operai dello stabilimento di Altopascio sono tornati nuovamente a incrociare le braccia davanti allo stabilimento di via della Sibolla.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter