Menu
RSS

In procinto di laurearsi? Meglio controllare se la tesi è frutto di plagio…

tesilaureaQuante volte abbiamo sentito parlare di tesi copiate, plagio e quant’altro? Tante, forse troppe volte. E le “vittime”, spesso, sono anche illustri. Basti pensare al ministro della pubblica amministrazione, Marianna Madia, finita al centro di una indagine a causa della sua tesi di laurea dove comparirebbero blocchi copiati fino a ottomila parole, inseriti senza virgolette o note. Un mistero che si protrae da quasi un anno e che si arricchisce di un nuovo particolare: fino al giorno della discussione della tesi, avvenuta il 22 dicembre 2008 presso la scuola Imt alti studi di Lucca, non comparirebbe il nome di Marianna Madia, oltre a quelli di altri due dottorandi.
Insomma, un caso che ha fatto scalpore e che dovrebbe far riflettere i tanti studenti universitari che si apprestano ad affrontare la stesura della tesi, una tappa rappresenta un momento fondamentale per la carriera studentesca e lavorativa. Come fare, dunque, per evitare il rischio plagio? Semplice, basta verificare i propri testi utilizzando software creati appositamente per verificare se i testi da noi scritti sono frutto di plagio o meno. Tra i più conosciuti ed utilizzati non solo in Italia troviamo senza alcun dubbio NoPlagio.

Leggi tutto...

A Imt i cyberdefender, ecco come si diventa 'hackers buoni'

studenticCombattere il crimine informatico è ormai una sfida prioritaria, raccolta anche in Italia da università, centri di ricerca, istituzioni e aziende private.
Per affrontarla si individuano e si formano gruppi di cyberdefender, giovani esperti in grado di muoversi con competenza nel mondo della difesa informatica e combattere il cyberspazio crimine. Alcuni di questi ragazzi, componenti della nazionale italiana cyberdefender, sono stati i protagonisti dell'iniziativa organizzata dall'unità di ricerca Sysma della Scuola Imt Alti Studi Lucca che si è tenuta questa mattina (10 ottobre) nella chiesa di San Francesco.

Leggi tutto...

Imt protagonista all'internet festival di Pisa

Mario Giro allInternet FestUn Paese che voglia definirsi civile e guardare al futuro con spirito positivo deve aprirsi al mondo e alla solidarietà. Anche l’Italia sta investendo molto in questa direzione e la cooperazione internazionale da modello politico di visione della realtà sociale ed economica sta diventando un’importante opportunità professionale per i giovani. Per parlare di questo orizzonte, la scuola Imt alti studi Lucca in collaborazione con l’Università di Pisa, la Scuola Normale superiore e la Scuola superiore Sant'Anna, ha promosso un incontro con il vice ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale Mario Giro. L’appuntamento, dal titolo "Le opportunità professionali per i giovani nella Cooperazione", fa parte del programma dell’Internet Festival e si è svolto oggi (6 ottobre) a Pisa, dove era presente anche una delegazione di studenti della scuola Imt guidata dal delegato alla didattica Mirco Tribastone. Durante l'incontro, il vice ministro ha presentato il nuovo sistema della Cooperazione internazionale italiana, che rappresenta un elemento essenziale per la politica estera del paese, e ha illustrato le esperienze in atto e le concrete possibilità di trovare lavoro in questo ambito. L’iniziativa è parte integran​​te del percorso di preparazione del Forum nazionale della cooperazione che si terrà nel 2018. Gli spunti, le riflessioni e le iniziative di particolare interesse saranno raccolti e presentati al Forum, per alimentare il confronto sulla cooperazione internazionale.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter