Menu
RSS

In procinto di laurearsi? Meglio controllare se la tesi è frutto di plagio…

tesilaureaQuante volte abbiamo sentito parlare di tesi copiate, plagio e quant’altro? Tante, forse troppe volte. E le “vittime”, spesso, sono anche illustri. Basti pensare al ministro della pubblica amministrazione, Marianna Madia, finita al centro di una indagine a causa della sua tesi di laurea dove comparirebbero blocchi copiati fino a ottomila parole, inseriti senza virgolette o note. Un mistero che si protrae da quasi un anno e che si arricchisce di un nuovo particolare: fino al giorno della discussione della tesi, avvenuta il 22 dicembre 2008 presso la scuola Imt alti studi di Lucca, non comparirebbe il nome di Marianna Madia, oltre a quelli di altri due dottorandi.
Insomma, un caso che ha fatto scalpore e che dovrebbe far riflettere i tanti studenti universitari che si apprestano ad affrontare la stesura della tesi, una tappa rappresenta un momento fondamentale per la carriera studentesca e lavorativa. Come fare, dunque, per evitare il rischio plagio? Semplice, basta verificare i propri testi utilizzando software creati appositamente per verificare se i testi da noi scritti sono frutto di plagio o meno. Tra i più conosciuti ed utilizzati non solo in Italia troviamo senza alcun dubbio NoPlagio.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter