Menu
RSS

Uil: "Azione unitaria e condivisa per intervenire sulla vertenza Snai"

snaiscioperoVertenza Snai, Uil, Uilm e Uiltucs annunciano forti iniziative se le condizioni della vertenza non cambieranno: "L’apertura proposta dall’azienda nell’ultimo incontro - dicono Massimiliano Bindocci, Giacomo Saisi e Giovanni Sgrò - ossia la trasformazione volontaria del tempo orario da full time a part time, per ridurre i licenziamenti, da parte di quei lavoratori occupati nei reparti con il più alto numero di esuberi, la riteniamo significativa, ma insufficiente, dobbiamo al prossimo incontro avere la disponibilità a forme di ammortizzatori sociali inclusive in analogia con il contratto di solidarietà cosa che si può fare anche se Inps si ostinasse a negare la possibilità di utilizzo della cassa integrazione straordinaria ed ammettesse solo l'uso del fondo di integrazione salariale. La Fis che ad oggi sembra l'unico ammortizzatore applicabile si puó usare anche con riduzioni orarie senza escludere dal lavoro persone che altrimenti starebbero a casa a zero ore lavorative. Inoltre contestualmente andrebbe avviato un piano di riqualificazione professionale. L'assegno di solidarietà Fis potrebbe andare per un massimo di 12 mesi".

Leggi tutto...

Snai, in fibrillazione anche i lavoratori del centro servizi

proteste snaiAnche i dipendenti del centro servizi di Snai a Porcari, settore che occupa circa 70 addetti, sono in fibrillazione, in previsione dell'incontro in programma martedì prossimo a Roma. A ricordarlo è Massimiliano Bindocci, della Uil Toscana Nord (nonché candidato dal M5S per le comunali di Lucca). "All'assemblea, molto partecipata - scrive - è emersa una generale insoddisfazione per la situazione aziendale: nel reparto che fa assistenza alle agenzie prevalentemente per telefono, sono aumentati i carichi di lavoro, ed il personale è stato ridotto. L'azienda dichiara in esubero nel reparto solo il personale delle pulizie (2 addette), ma invece è evidente la carenza di organico, secondo le stime di chi lavora mancherebbero oltre 10 unità per lavorare a ritmi normali ed avere degli standard di servizio accettabili. La programmazione delle ferie non consente di poter mandare in ferie il personale, i permessi sono spesso negati, e poi fioccano pretestuose lettere di contestazione. Questa potrebbe essere una risposta al personale che l'azienda dice essere in esubero negli altri uffici".

Leggi tutto...

Fim, Uilm e Uiltucs su Snai: "Tavolo coordinato dal prefetto"

protestasnaiLa trattativa Snai deve riprendere in tempi rapidi per parlare di ammortizzatori sociali. A dirlo sono i sindacati Fim Cisl, Uilm e Uiltucs Uil.
"Auspichiamo - dicono Narcisa Pellegrini, Giovanni Sgrò e Giacomo Saisi - che, al più presto, venga ripreso il tavolo del confronto con l’azienda con la consapevolezza che, per il buon esito della trattativa nella gestione dei 62 esuberi annunciati, vi siano le garanzie per forme di ammortizzatori sociali. Continueremo quindi a batterci affinché sia garantito ai lavoratori il giusto inquadramento nel settore industria garantendo così ammortizzatori consoni alla vertenza sindacale in corso intendendo ribadire la nostra posizione nel ricercare qualsiasi forma di lotta, purché condivisa".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter