Menu
RSS

La grande sete fa danni all'agricoltura. Vertice in Regione

siccitaokConvocato a Firenze dal presidente della giunta regionale, con gli assessori competenti e l’Autorità idrica, un vertice per fare il punto della situazione sull’emergenza siccità in Toscana. Se sul versante idro-potabile non sembrano presenti particolari allarmi sul versante del rifornimento idrico per l’irrigazione la situazione desta forte preoccupazione. I cambiamenti climatici ripropongono in modo ciclico il problema della risorsa acque che deve essere affrontato in modo strutturale, è questo il mandato che i convenuti si sono dati. I numeri presentati al tavolo dalla Coldiretti Toscana sono impietosi, crollata la produzione di cereali del 40%, con punte del 70% per il mais; foraggi, ortaggi, pomodoro da industria e frutta segnano perdite intorno al 50%, come anche l’apicoltura, non stanno meglio vite ed olivo con danni dal 20 al 40% e pure l’allevamento sia bovino che ovino segna un -10%. La grande sete si è portata via anche fiori e piante in vaso per un 20%.

Leggi tutto...

Camaiore, Bertola: "Politiche per l'agricoltura saranno centrali"

bertolaGiampaolo Bertola illustra le linee guida nel campo dell'agricoltura, della bio agricoltura, dell'ecologia e della caccia, inserite nel programma elettorale del candidato e delle 5 liste che lo sostengono (Il Futuro nelle Radici, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega Nord, Insieme per Crescere): "Consapevoli dell’importanza del ruolo dell’agricoltura nel nostro Comune, ci impegneremo per rilanciare il settore, iniziando dal recupero dei fondi disponibili a livello italiano ed europeo e da un piano di agevolazioni fiscali sulle imposte comunali - afferma -. Un concreto sostegno al settore passerà anche attraverso la ristrutturazione del mercato ortofrutticolo in via Italica, con l'istituzione di servizi accessori. Produttori e dettaglianti di prodotti a chilometro zero verranno incentivati, con l'individuazione di aree specifiche per la vendita e agevolazioni fiscali". 

Leggi tutto...

Agricoltura lucchese dai 'decani' ai giovani imprenditori

Foto Pietro giovane e Paolo Giuseppe Boschi allevatori LammariIn tre fanno 132 anni di storia. Quasi un secolo e mezzo spesi tra campi, stalle e viti. Non sempre facili. Le rughe, tante quante le stagioni che hanno vissuto in prima linea, le mani grandi e robuste e la pelle, “arsa” dal sole delle estati come gli anelli degli alberi che misurano l’età sono, insieme alla passione smisurata per terra ed lavoro, i segni distintivi dello loro lunga “carriera”. Volti ed esperienze che potrebbero raccontare, come pochi, la storia dell’Italia degli ultimi 60 anni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter