Menu
RSS

Coldiretti ai sindaci della Lucchesia: "No all'accordo fra Ue e Canada"

agricolturaStop al Ceta, l’accordo siglato tra Unione Europea e Canada: è un regalo alle lobby industriali all’omologazione e all’abbassamento della qualità del cibo ed è un’autorizzazione alla pirateria alimentare. Coldiretti scrive ai sindaci di Lucca chiedendo di “schierarsi al fianco di una nuova battaglia in difesa del made in Italy agroalimentare e delle eccellenze del paniere toscano”. In discussione in questi giorni in parlamento, la ratifica del trattato di libero scambio dei prodotto rischia di essere un enorme boomerang per il sistema agroalimentare ed agricolo. “Prima di prendere una decisione chiediamo ai parlamentari di fermarsi e valutare attentamente i contenuti dell’accordo per evitare gravi conseguenze per i nostri territori e per il nostro paese – incalza Maurizio Fantini, direttore di Coldiretti Lucca - Per questo abbiamo sollecitato gli amministratori dei Comuni della Provincia di Lucca a schierarsi a sostegno della battaglia di Coldiretti. L’accordo Cera con il Canada non solo legalizza la pirateria alimentare, accordando il via libera alle imitazioni canadesi dei nostri prodotti più tipici, ma spalanca le porte all’invasione di grano duro trattato in preraccolta con il glifosate vietato in Italia e a ingenti quantitativi di carne a dazio zero. E’ necessaria quindi una valutazione ponderata e approfondita dell’argomento, soprattutto in considerazione della mancanza di reciprocità tra modelli produttivi diversi che grava sul trattato”.

Leggi tutto...

Coldiretti, appello ai sindaci: "Il Ceta va fermato"

coldirettiluccaIl Parlamento ha in discussione la ratifica del Ceta, il comprehensive economic and trade agreement, accordo siglato tra Unione Europea e Canada sui trattati di libero scambio dei prodotti. Maurizio Fantini, direttore Coldiretti Lucca, fa un appello ai sindaci e ai parlamentari: "Prima di prendere una decisione chiediamo ai parlamentari di fermarsi e valutare attentamente i contenuti dell’accordo per evitare gravi conseguenze per i nostri territori e per il nostro Paese - spiega -. Per questo abbiamo sollecitato gli amministratori dei Comuni della Provincia di Lucca a schierarsi a sostegno della battaglia di Coldiretti. L’accordo Ceta con il Canada non solo legalizza la pirateria alimentare, accordando il via libera alle imitazioni canadesi dei nostri prodotti più tipici, ma spalanca le porte all’invasione di grano duro trattato in preraccolta con il glifosate vietato in Italia e a ingenti quantitativi di carne a dazio zero. E’ necessaria quindi una valutazione ponderata e approfondita dell’argomento, soprattutto in considerazione della mancanza di reciprocità tra modelli produttivi diversi che grava sul trattato".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter