Menu
RSS

Enel, anche a Lucca stop al 'teleselling'

Lavori 1Anche a Lucca e in Toscana, così come in tutta Italia, Enel non chiamerà più al telefono potenziali nuovi clienti per stipulare contratti di elettricità e gas, a partire dal 1 giugno. Da questa data in poi, le attività di contatto telefonico saranno effettuate soltanto verso coloro che sono già clienti e che hanno un rapporto consolidato con Enel Energia, la società di vendita di elettricità e gas del gruppo sul mercato libero. Tali chiamate saranno uno strumento per dare indicazioni utili alla gestione della fornitura domestica e, per chi ne ha dato il consenso, per illustrare promozioni commerciali a loro dedicate. L’obiettivo principale di Enel è quello di essere sempre accessibile e vicina alle esigenze dei clienti, mantenendo con loro un rapporto di qualità. Per Enel è importante parlare direttamente alle persone e ai clienti, in modo trasparente e non invasivo, evitando da ora in poi telefonate spesso non gradite.

Leggi tutto...

Cresce fondo del Comune per lavori socialmente utili

tambellinisichiPassa da 100mila a 150mila euro il fondo che l’amministrazione comunale destina al progetto Ventaglio dei lavori socialmente utili. Lo ha deciso la giunta nella seduta di ieri (26 aprile), stabilendo di riproporre i lavori di pubblica utilità per impiegare con contratti di lavoro a tempo determinato cittadini lucchesi disoccupati e privi di reddito. La prima edizione dell’iniziativa, che si è chiusa nelle scorse settimane, ha visto il coinvolgimento di 17 persone iscritte nelle liste di disoccupazione del centro per l’impiego, che sono state impiegate in tutta una serie di interventi relativi a piccole manutenzioni sulle strade e nelle scuole, con contratti a tempo determinato: una di loro è stata successivamente assunta con un proprio contratto da una delle quattro cooperative partner del progetto, rientrando così nel circuito del lavoro e rendendosi di fatto indipendente rispetto a interventi sociali più strettamente assistenziali.

Leggi tutto...

Annullata la penale non dovuta per corso informatica

  • Pubblicato in Cronaca

soldiokUn ragazzo residente a Lucca si è rivolto alla sede della Federconsumatori, segnalando di essere stato contattato telefonicamente da una società che organizza corsi di informatica e di aver partecipato ad un successivo incontro, in cui è stata proposta la sottoscrizione del relativo contratto. Ma i problemi sono arrivati quando il giovane ha deciso di non farne di niente dopo aver sottoscritto il contratto. La società ha chiesto il pagamento della penale ma l’associazione dei consumatori è riuscita a far valere le ragioni del giovane.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter