Menu
RSS

Snai, Braccini (Fiom): "Accordo sindacale per garanzie a tutti i lavoratori"

protestasnaiSnai, aperta ufficialmente la procedura di riduzione di personale ai sensi della legge che regola la materia per 68 lavoratori in tutto il gruppo, così suddivisi: 54 nella sede di Porcari, 7 a Milano e 7 a Roma.
"Viene messo in evidenza - spiega il coordinatore nazionale della Fiom per il gruppo Snai - che la società ha riportato perdite nel corso di questi anni e che a seguito della fusione per incorporazione di tutte le società del gruppo Cogemat è stato adottato un nuovo modello organizzativo e sono state accentrate direzioni, spostato il magazzino e avviato un processo di integrazione delle attività operative. Noi crediamo che questo non giustifichi assolutamente la riduzione di personale e che nel corso della trattativa, che risentirà di vari passaggi territoriali e nazionali, dovranno essere individuati tutti gli strumenti alternativi necessari volti ad evitare i licenziamenti. Ovviamente a seguito del passaggio nei codici del terziario l'Inps ha provocato un danno perché i lavoratori si trovano oggi con ridotti ammortizzatori sociali".

Leggi tutto...

Snai Porcari, partita procedura di mobilità: 54 a casa

20161109 100416 1Non ci sono estremi per trattare e ridurre il numero degli esuberi a Snai. Secondo la Fiom Cgil sono "condannati" al licenziamento i 54 dipendenti che Snai ha indicato in eccedenza nel piano per il quale è appena partita la procedura di mobilità. I 75 giorni che intercorreranno da oggi all'invio delle lettere non serviranno a salvare posti di loro. Lo conferma Mauro Rossi, segretario provinciale di Fiom Cgil, di fronte alla documentazione che avvia formalmente la procedura per il licenziamento di 68 lavoratori Snai (54 nello stabilimento di Porcari) inviata per email dall'azienda. E in effetti, è la stessa azienda a mettere nero su bianco come gli spazi di manovra siano limitati.

Leggi tutto...

Snai, confermati esuberi ma slitta il via a mobilità

IMG 9589L'avvio della procedura di mobilità non è ancora formalizzato, ma scatterà ormai nei prossimi giorni, probabilmente entro il 5 aprile, data in cui è già stato fissato un nuovo confronto con i sindacati alla sede di Assindustria a Lucca. Ma, al di là dei cavilli burocratici, le intenzioni di Snai non cambiano e i vertici aziendali lo hanno ribadito anche oggi (21 marzo) ai rappresentanti dei sindacati nel corso dell'incontro a Roma: i numeri degli esuberi sono confermati, 68 in totale, 55 dei quali alla sede di Porcari. Non ci sono altri spazi di manovra, ha inteso spiegare l'azienda anche oggi, ricordando gli sforzi fatti per ridurre comunque il piano dei licenziamenti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter