Menu
RSS

Tagli alla Provincia, scatta il presidio

Palazzo Ducale esterno"Le Province toscane rischiano il dissesto economico, con conseguenze pesantissime per i lavoratori (sia sul fronte delle retribuzioni che dell’occupazione) e per i servizi offerti ai cittadini (dalla manutenzione delle strade a quella delle scuole). Motivo: le risorse insufficienti che il governo intende stanziare per la loro attività". A dirlo sono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl che hanno proclamato lo stato d’agitazione (a livello nazionale). Per domani (23 marzo) dalle 9 alle 11 sono in programma presìdi di protesta di sindacati e lavoratori in ogni capoluogo della Toscana, davanti alle Prefetture.

Leggi tutto...

Pacini (Confindustria Toscana): "Industria farmaco trainante per occupazione"

federfarma“L’industria del farmaco è un settore trainante per la crescita. La Toscana è anche la terza regione d’Italia per addetti in ricerca e sviluppo; e la quarta per investimenti in ricerca e sviluppo con 250 milioni di euro. Questi valori non hanno bisogno di tanti commenti, ma non vanno dati per scontati. Sono il frutto del grande lavoro di imprenditori che hanno saputo investire; che hanno puntato sull’alta qualità delle risorse umane e che hanno saputo creare sinergie anche con altri settori. Un lavoro che merita di essere accompagnato con azioni concrete e che va sostenuto con politiche industriali stabili”.
A sottolineare la rilevanza del comparto per l’economia della nostra regione è il presidente di Confindustria Toscana Pierfrancesco Pacini, durante l’intervento di saluto a Innovazione e produzione di valore, l’evento che si è tenuto oggi alla sede Kedrion Biopharma a Lucca.

Leggi tutto...

Tirrenica, Baccelli e Mazzeo: "Lavori non rinviabili"

baccelli stefano 001"Il completamento dei lavori dell’autostrada Tirrenica non è più rinviabile. È un’opera fondamentale non solo per la costa, ma per tutta la Toscana e anche alla luce delle ultime notizie arrivate dall’Unione europea non possiamo più permetterci di perdere tempo. Per questo abbiamo scritto direttamente al ministro Graziano Delrio chiedendogli di venire quanto prima in audizione congiunta delle nostre commissioni e riferirci sia lo stato dell’arte sia quello che il governo intende fare per sbloccare al più presto la situazione". Così Stefano Baccelli e Antonio Mazzeo, presidenti rispettivamente delle commissioni Ambiente e Toscana costiera alla luce del deferimento arrivato all’Italia da parte della commissione europea. “Non possiamo essere certo contenti della decisione – proseguono – perché l'unica conseguenza certa è quella dell’ennesimo, ulteriore ritardo che blocca ancora una volta la realizzazione di un’opera che il territorio attende da tempo immemore".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter