Menu
RSS

Capannori, tre appuntamenti dedicati a Carlo Piaggia

loc piaggia 01Carlo Piaggia, esploratore capannorese, nativo di Badia di Cantignano, uno dei 'figli celebri' di Capannori, sarà al centro di un ciclo di iniziative promosse dal museo Athena in collaborazione con l'Istituto Storico Lucchese sezione Auser Sesto Capannori, il Club per l'Unesco di Lucca e il Comune. L'evento clou è la presentazione della pubblicazione in due volumi Carlo Piaggia e le sue esplorazioni africane a cura di Luca Lupi (Tagete edizioni 2017) in programma venerdì (19 gennaio) alle 17,30 alla chiesa di Badia di Cantignano nel paese che dette i natali a Piaggia che con questa iniziativa vuole ricordare un compaesano illustre.

Leggi tutto...

Buste del pane per dire no alla violenza di genere

pane amore non violenza 2017Da un capolavoro del cinema in bianco e nero di Luigi Comencini a una campagna di sensibilizzazione carica di significato e piena di colori. Oltre 30mila le buste del pane che da sabato (25 novembre), giornata internazionale contro la violenza sulle donne, porteranno ancora sulle tavole e nelle case delle famiglie del comune di Capannori un messaggio importante grazie all’iniziativa Pane amore e…non violenza.
A partire da sabato, infatti, panetterie, alimentari e altri negozi distribuiranno ai propri clienti ben 30.400 buste di carta fino ad esaurimento scorte con lo slogan Per troppe donne la violenza è ancora pane quotidiano tradotto in cinque lingue che riporta una serie di numeri utili, tra cui telefono rosa e vari centri di ascolto, cui è possibile rivolgersi nel caso si sia vittime - o testimone - di violenza.

Leggi tutto...

Mobilitazione per far rivivere borgo di Ghivizzano Castello

castello di GhivizzanoUn gruppo di residenti capitanati da un pensionato, Gisberto Rossi, ha tutta l’intenzione di rivitalizzare Ghivizzano Castello. E’ il motivo per il quale ieri (11 agosto) lo stesso Rossi ha incontrato il primo cittadino di Coreglia, Valerio Amadei: sul tavolo, un progetto articolato per far rivivere una frazione fascinosa, ma oggi poco frequentata. Partendo da quella convivialità che solo cibo e bevande riescono a plasmare. "Ho 67 anni - racconta Rossi - e durante le mie frequenti passeggiate ho maturato una decisione: possiamo e dobbiamo fare qualcosa di più per questo borgo, estremamente suggestivo, eppure semi deserto. Sì, esiste già qualche evento sporadico, ma insieme ad altri residenti vorremmo creare un circolo per rivitalizzare questa zona ogni giorno dell’anno". Per questo, tuttavia, sono necessarie autorizzazioni e basi operative: "Il sindaco mi ha detto che ci darà delle risposte dopo ferragosto - prosegue Rossi - circa la possibilità di insediarci in un locale, costituire un’associazione e cominciare a somministrare cibo e bevande. In questo senso, ci sarebbero già una location pronta ed un’altra che, invece, ha bisogno di più tempo".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter