Menu
RSS

Capannori, ok all'eliminazione di tre passaggi a livello

Sindaco MenesiniConfermata la proposta del Comune di Capannori da parte di Rfi per la realizzazione di tre sottopassi – Pieve San Paolo, Santa Margherita e Tassignano – a seguito della chiusura di nove passaggi a livello sul territorio, scelta obbligatoria con il raddoppio della ferrovia Firenze-Lucca.
Rfi, quindi, dopo aver eseguito tutte le opportune verifiche legate alle osservazioni presentate dagli enti pubblici, dai comitati e da singoli cittadini, ha con oggi (7 dicembre) passato la questione alla Regione Toscana, che entro 30 giorni dovrà dire se l’intervento sarà assoggettato a Via (Valutazione di impatto ambientale).

Leggi tutto...

Bonifica cava Fornace, Consiglio Seravezza approva documento all'unanimità

seravezzaApprovato all’unanimità un documento condiviso e sottoscritto da tutti i capigruppo con cui il consiglio comunale di Seravezza chiede alla Regione Toscana di emanare un provvedimento di chiusura in sicurezza e di avviare un’immediata bonifica della discarica di Cava Fornace, nel Comune di Montignoso. In caso di diniego da parte della Regione, il consiglio comunale chiede la riattivazione dei procedimenti di Via (Valutazione d’impatto ambientale) e di Aia (Autorizzazione integrata ambientale) valutando l’intero impianto allo stato attuale, adeguandolo alle direttive europee in materia di discariche e valutando nel contempo anche tutti gli aggiornamenti delle direttive europee e delle leggi nazionali e regionali sempre in materia di discariche. Il Comune di Seravezza chiede infine la convocazione di un tavolo tecnico permanente che coinvolga i Comuni interessati e la Regione Toscana “per avviare e seguire le pratiche che portano alla gestione della chiusura dell’attività di discarica e successiva bonifica del sito ed elabori un piano di monitoraggio del sito e delle aree di potenziale influenza per le principali matrici ambientali: acqua, aria, suolo”.

Leggi tutto...

'Lucca, città di seta': il volume della Pacini Fazzi al museo orientale di Torino

  • Pubblicato in Libri

copertinaseta“Lucca non fu solo la prima città del mondo occidentale a raggiungere una produzione di tessuti di lusso in grado di competere a pieno titolo con le tradizionali stoffe orientali, ma grazie alla migrazione dei suoi mercanti e artigiani, nel corso del XIV secolo fornì le conoscenze tecniche e organizzative per il decollo della lavorazione serica in altri centri italiani, ponendo le basi di quella che rimase per oltre cinque secoli, fino all'inizio del Novecento, la principale industria della penisola destinata all'esportazione”. Con queste parole Luca Molà introduce alla lettura del volume scritto a quattro mani da Ludovica Rosati e Ignazio Del Punta dal titolo, Lucca una città di seta. Produzione, commercio e diffusione dei tessuti lucchesi nel Tardo Medioevo edito da Pacini Fazzi con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. La presentazione è in programma per domani (29 settembre) alle 18 al museo di arte orientale di Torino all'interno della programmazione museale. Relatori Luca Molà, Andreina d'Agliano (Museo Filatoio di Caraglio), alla presenza naturalmente di autori ed editore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter