Menu
RSS

A Palazzo Mediceo i colori e le opere di Plinio Nomellini

20170713 presentazione plinio nomelliniI colori puri come veicolo di emozione e luce, accostati, mai mescolati, da pennellate brevi e regolari in cerca di una visione d’insieme. Sono pagine d’arte e di straordinario vissuto quelle del catalogo curato da Maschietto Editore che accompagna la mostra Plinio Nomellini, Dal Divisionismo al Simbolismo, verso la libertà del colore, in programma dal 13 luglio al 5 novembre al Palazzo Mediceo di Seravezza, già patrimonio dell’Unesco e cuore della Versilia.

Leggi tutto...

Le opere di Malpezzi in mostra a Pietrasanta

15 artista massimo malpezziLe opere di Massimo Malpezzi, giornalista e fotografo, grafico editoriale, ma da sempre artista, saranno protagoniste alla galleria Daliano Ribani Arte di via Marzocco a Pietrasanta, dal 15 al 27 luglio, dal martedì alla domenica, dalle 19,30 alle 24. Kokokid, il suo pseudonimo, inizia a dipingere sin da piccolo osservando suo padre ceramista e pittore futurista, un inevitabile imprinting verso le avanguardie e le sperimentazioni, ma soprattutto influenzato dalla pop art americana inglese e dai graffitari.

Leggi tutto...

Bolpagni: voglio una Ragghianti sempre più aperta alla città

IMG 0668Paolo Bolpagni, ovvero dell’arte come godimento. Un concetto antielitario della cultura, aperta alla città, non chiusa nelle parole dei critici o degli esperti, in grado di dialogare con le diverse realtà del territorio e confermare Lucca come città capitale dei beni culturali, siano essi storici o contemporanei.
Nella biblioteca della Fondazione Ragghianti il direttore Bolpagni, 38 anni, bresciano, spegne idealmente, insieme a tutti i suoi collaboratori, la prima candelina nella realtà lucchese. E ne approfitta, accanto al presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, per tracciare un bilancio che guarda alle tante cose già fatte e a quelle in cantiere. “Mi sono insediato – ricorda – a metà giugno del 2016. Certamente è presto per fare bilanci ma questa è una occasione per fare il punto sulla strada intrapresa. Su delle direttrici chiare. La prima è l’apertura della fondazione alla città. L’arte, la cultura non è per pochi o per delle elite ma deve essere al godimento di tutti. Sono un contemporaneista e a volte il messaggio può creare un senso di difficoltà. Ma questo deve essere un atteggiamento da abbattere. Chiunque deve sentire l’opera d’arte e per questo bisogna cercare di parlare a tutti con contenuti alla portata di tutti. In questo senso il rapporto con la città è importante e significa incontrare, conoscere, ascoltare. Ed è quello che ho fatto nei primi mesi qui”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter