Menu
RSS

Staff del sindaco, Fratelli d'Italia punta il dito sulle spese

palazzo orsetti1Fratelli d'Italia fa i conti in tasca allo staff del sindaco. Che, a detta del partito della Meloni, sponda lucchese, costerebbe 81446 euro.
"In contrapposizione agli aumenti di tasse e tariffe - dice Fdi - ecco che spunta sul finire dell’anno la determina 2440 del 29 dicembre 2017, con la quale si aumentano gli emolumenti aggiuntivi dello staff del sindaco, precisando che gli emolumenti aggiunti sono un extra allo stipendio già definito e percepito. Ed ecco allora che tre dipendenti dello staff passano da 2.640 a 5mila euro, che il capo di gabinetto passa da 14.400 a 16.900 euro e che i nuovi assunti, sempre nello staff del sindaco, ricevono 2.640 euro uno e l’altro 1.320". "Da notare - prosegue Fdi - che mentre la determina risale alla fine dell’anno, viene nella stessa deciso che tali aumenti hanno decorrenza dal 22 dicembre e dal 19 dicembre e quindi retroattivi rispetto alla data di determina. Regalo di Natale? Oppure c’era bisogno di più soldi per fare i regali? Volete sapere quanto costano i collaboratori esterni dello staff del sindaco? Totale 81.466 euro annui. Che dire caro sindaco, tra il dire e il fare…. c’è di mezzo il mare”.

Leggi tutto...

Aeroporto Capannori, opposizioni: "Baronti ha poco di cui vantarsi"

aeroporto di capannori 1 001Non convince appieno la risposta di Eugenio Baronti sulle accuse di conflitto di interesse sulla questione aeroporto le opposizioni consiliari di Capannori. Che tornano così all'attacco puntando il dito sull'attuale ad di Zefiro Innovazione.
"Si è “svegliato” dalla calura estiva - dicono - chi, da amministratore dell'aeroporto, ha usufruito del relativo compenso negli anni in cui le casse pubbliche sono state munte come se fossero delle vacche. Per noi minoranze risulta incomprensibile l'atteggiamento del signor Baronti quando afferma di non avere conflitti di interesse. E' altresì incomprensibile come lo stesso Baronti affermi che nella società Zefiro, da lui attualmente amministrata ci siano, a suo dire, ricercatori e soggetti che svolgono il tutto gratuitamente, quindi: egli afferma che la società Zefiro (sostenuta per oltre 80% da sole risorse di privati) vada avanti grazie alla volontà e gratuità delle persone stesse che fanno ricerca; se tale assunto fosse vero, non riusciamo a comprendere come mai lo stesso Baronti non abbia offerto gratuitamente in tutti questi anni la sua “professionalità” alla società Aeroporto di Capannori e di conseguenza a tutta la collettività, dimostrando che l'area politica da cui proviene è quella che si batte per l'interesse della collettività".
"Ovviamente, si comprende benissimo - proseguono le opposizioni - che dove c'è la mammella pubblica a soddisfare la crescita di un nascituro, il compenso debba essere legittimamente preso ma allora lo stesso Baronti ci potrà spiegare come mai dal giugno 2017 ha rinunciato a percepire “lo stipendio” come dichiarato nel verbale del cda? Forse perché le banche stanno chiudendo i rubinetti ed i 2mila euro mensili non possono più essergli devoluti, stante la cronica mancanza di produttività dell'aeroporto? Non ci sembra inoltre una circostanza di cui vantarsi quella di aver perso la collaborazione di una azienda innovativa di Pisa che ha preferito andarsene in Puglia piuttosto che continuare il rapporto con l'aeroporto di Capannori".
"A Baronti - concludono i gruppi di Forza Italia, Alternativa Civica, Movimento Cinque Stelle e Udc - vorremmo caldamente dire una sola cosa: stia sereno, la vita è ancora lunga ed ha ancora molto tempo per dimostrare le sue qualità di amministratore (in ogni campo), ma ricordi che le persone comprendono bene i numeri e le opportunità, come lei del resto".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter