Menu
RSS

A Ferruccio De Bortoli il premio Arrigo Benedetti

debortoliUn premio all'insegna dell'autonomia e dell'indipendenza di giudizio, proprio come il giornalista a cui è dedicato. Che non si lascia condizionare dalla cronaca ma che valiuta l'attività complessiva di un professionista per poi premiarne i meriti.
Quest'anno il premio giornalistico Arrigo Benedetti - Città di Barga va all'ex direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, agli onori delle cronache per il libro Poteri forti (o quasi) e alla giornalista di Repubblica Federica Angeli. L’iniziativa di prestigio e alto valore culturale, organizzata dalla Provincia di Lucca e dal Comune di Barga, in collaborazione con il Centro Europeo di Studi Arrigo Benedetti, la famiglia Benedetti, e il sostegno di Toscana Energia, vedrà la premiazione sul palco del teatro dei Differenti di Barga, mercoledì (31 maggio) alle 11.

Leggi tutto...

Capannori, opposizioni contro il nuovo premio: "Andava coinvolto tutto il Consiglio"

Q2774E' polemica delle opposizioni a Capannori anche sulla istituzione del premio Città di Capannori. A dirlo, in una nota, sono Alternativa Civica, Movimento Cinque Stelle, Udc e Forza Italia: "Vogliamo far presente al sindaco - si legge nella nota - peraltro nuovamente assente allo scorso consiglio comunale, che il comunicato stampa da lui inviato agli organi di stampa non è corretto. Non è vero infatti che l'opposizione ha votato contro all'istituzione del premio Città di Capannori, ma non ha proprio votato perché si è allontanata compatta dall'aula. Ci dispiace anche vedere soldi buttati via in un fantastico staff da 13 persone che non è in grado nemmeno di descrivere quanto avviene nel pubblico consesso e trasforma tutto a vantaggio dell'amministrazione".

Leggi tutto...

A Massarosa anche il premio per il miglior nuovo libretto d'opera

Comune di massarosaUn’importante novità caratterizza il 70esimo anniversario del premio letterario Massarosa, giunto quest'anno alla 31esima edizione: la nascita del premio Massarosa, l’Opera di Domani per un nuovo libretto d’opera.
La scelta di includere nel premio la sezione Massaciuccoli e Puccini, dedicata alla musica colta, rappresenta un ulteriore passo in avanti di uno dei più suggestivi eventi letterari nazionali. Una crescita continua, quindi, che prosegue nel solco tracciato in passato dalla sinergia nata con la scuola internazionale di pittura del paesaggio, già operante alla Brilla (Porta del parco Migliarino - San Rossore - Massaciuccoli), per la valorizzazione del contesto ambientale e paesaggistico dell’area. Letteratura, pittura e opera: un’unione fortunata che punta a far scoprire e rilanciare la vocazione artistica e culturale di un intero territorio, pronto a condividere e arricchire le proprie bellezze attirando i migliori artisti nazionali e non solo.
Il premio Massarosa, l’opera di domani, che sarà assegnato per la prima volta nel 2018, è riservato a giovani poeti librettisti italiani e stranieri che non abbiano ancora compiuto 40 anni di età e autori di un’ opera originale o comunque non soggetta ai diritti di autore, mai rappresentata in pubblico, in lingua italiana, che sarà sottoposta al giudizio di una giuria qualificata composta da 5 membri. In palio mille euro per il vincitore e la possibilità di far conoscere la propria arte a una fitta rete di realtà operitisiche. Il termine di invio è ancora da stabilire.
Il premio letterario Il premio dedicato al libretto va a arricchire la storia del Premio Letterario Massarosa, giunto alla 31esima edizione in 70 anni di vita. Si tratta di uno dei concorsi più antichi e importanti d’Italia, istituito nel 1947 per favorire la produzione letteraria. Il premio, interrotto nel 1970, ha ripreso la sua esistenza nel 2004 e dal 1957 è organizzato direttamente dal Comune di Massarosa.
Al termine fissato per la ricezione delle opere sono risultate ben 36 le opere prime in concorso, alcune delle quali provenienti da importanti case editrici. Adesso le opere passeranno all’esame della giuria tecnica formata dal presidente Giuliano Pasini, da Stefano Santini, Paolo Casadio, Valentina D’Urbano e Elena Francesconi, che avranno il compito di selezionare la cinquina vincente che prenderà parte, il 14 ottobre, alla finalissima al teatro di Massarosa. Le cinque opere prime finaliste saranno poi sottoposte al vaglio della giuria popolare, composta da 40 cittadini, che sarà selezionata tramite bando in uscita nelle prossime settimane. Lo scorso anno il primo premio è stato assegnato al romanzo La quarta estate dello scrittore romagnolo Paolo Casadio (Edizioni Piemme).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter