Menu
RSS

Siccità, ridotta la portata del condotto pubblico

viadeifossi lucca turistiLa cabina di regia per affrontare l'emergenza idrica riunita ieri a Lucca, oltre a quello relativo allo stop ai prelivi dal Lago di Massaciuccoli, ha deciso altri due provvedimenti che riguardano il Pubblico Condotto di Lucca e il Magra, così da regolare la scarsa risorsa idrica disponibile e da soddisfare per quanto possibile i fabbisogni sia ambientali che delle attività agricole. Il primo provvedimento prevede la regolazione delle portate del Pubblico Condotto, un canale che, prelevando acqua dal Serchio, approvvigiona le aziende agricole della piana, e attraversa con una sua diramazione la città di Lucca. La regolazione è tale da mantenere un flusso idrico sufficiente alla tutela della fauna ittica nei tratti urbani e periurbani e contemporaneamente soddisfare i fabbisogni irrigui.

Leggi tutto...

Servizio civile regionale, due bandi per 65 posti

6309 crisi studenti a confronto con istituzioni futuro ue 350Due bandi per il servizio civile regionale per complessivi 65 posti, promossi dalla Regione Toscana nell'ambito del progetto Giovanisì e finanziati con il Por Fse 2014-2020. Gli ambiti sono l'educazione alla legalità e il contrasto alle frodi agroalimentari. Il primo, che è attivo fino all'11 settembre, è rivolto a 35 giovani, che potranno svolgere un periodo di servizio civile nelle Procure di Firenze, Prato e Pistoia in progetti nell'ambito dell'educazione alla legalità. Questi i posti a disposizione nelle Procure interessate: 5 Procura della Repubblica di Pistoia, 10 Procura della Repubblica di Firenze, 15 Procura della Repubblica di Prato, 5 Procura Generale della Repubblica di Firenze.

Leggi tutto...

Futuro verde per Cava Batano, parte l'iter

di Roberto Salotti
cavabatanoUn futuro verde per la Cava Batano, nel cuore altrettanto verde dell'Oltreserchio, fra le colline al confine tra la Lucchesia e la Versilia. Un sogno per gli abitanti di Balbano, un progetto a cui sta lavorando concretamente da tempo Stefano Varia, il noto imprenditore edile e proprietario dei terreni in questione. E che immagina di restituire alla natura questo luogo, da troppo tempo oggetto di polemiche e più di recente finito nel mirino di Terna, che vorrebbe realizzarvi una maxi centrale di trasformazione a servizio del nuovo elettrodotto. Ma Varia, fin dall'inizio contrario a quel progetto - oggi sospeso ma non bloccato al ministero dell'ambiente - prova, per così dire, a mettere indirettamente i bastoni fra le ruote al colosso dell'energia.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter