Menu
RSS

Cimitero, i chioschi abusivi devono sparire

  • Pubblicato in Cronaca

aulatribunaleIl chiosco dei fiori può restare all'ingresso del cimitero monumentale di Sant'Anna. Dovrà avere tuttavia la caratteristica di banco ambulante e non avere quelle strutture fisse, che il Comune di Lucca considera un abuso edilizio. Questo almeno fino a quando non arriverà la sentenza di merito al Tar sul ricorso proposto da Fernanda Pellicci, titolare dell'attività su cui è in atto ormai da anni una battaglia legale con Palazzo Orsetti. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato a cui la donna si è appellata dopo il respingimento del Tar dell'ordinanza cautelare per annullare gli effetti del diniego al rinnovo della concessione degli spazi da parte del Comune.

Leggi tutto...

Raffica di abusi nel parco della villa in collina

  • Pubblicato in Cronaca

carabinieriforestaliUna villa immersa nel verde delle colline lucchesi, dove si stava realizzando un vero e proprio parco attrezzato, con piscina, impianti sportivi, uno spazio giochi per bambini e perfino un 'anfiteatro' con gradinate in pietra, con seduta in tavelline di cotto. Un contesto esclusivo e mozzafiato, per un cantiere assai ambizioso e che in parte erano stati autorizzati ma che, stando alle contestazioni, sarebbero stati realizzati in difformità ai permessi e al parere della commissione paesaggio del Comune di Lucca. E' quanto contestato ai titolari della struttura dai carabinieri forestali di Lucca che hanno fatto sospendere i lavori, ormai in fase di ultimazione.

Leggi tutto...

Pro-muovere, appello a Menesini: "Cittadinanza a sindaco Licata"

cambiano"Dare la cittadinanza onoraria al sindaco di Licata Angelo Cambiano": è l'appello di Liano Picchi, membro di Pro-muovere, al sindaco di Capannori, Luca Menesini. Cambiano, noto per la sua battaglia all'abusivismo edilizio, è stato recentemente sfiduciato, ma la sua storia ha fatto il giro del mondo. "A Licata c'era un sindaco coraggioso - scrive Picchi -  che nonostante le minacce di morte e l'incendio della casa ha continuato la lotta per la legalità e l'ambiente abbattendo gli abusi edilizi sulla costa Agrigentina. "La politica", alla vigilia delle elezioni regionali, l'ha sfiduciato e mandato a casa pur d'ingraziarsi i voti degli abusivi e di chi opera e fa profitti nell'illegalità".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter