Menu
RSS

Donne d'amore nell'Italia rinascimentale, si presenta il volume al caffè letterario di LuccaLibri

Le donzelline, donne d'amore aprono la stagione letteraria di LuccaLibri alla Libreria Caffè Letterario in viale Regina Margherita. Non era stato Sant'Agostino ad ammettere che le prostitute sono necessarie perché la carne è fragile ed è assai difficile mantenersi continenti? E' una delle domande che si pone l'autore lucchese Luciano Luciani nel libro Le donzelline. Donne d'amore nell'Italia rinascimentale (edizioni ETS) che sarà presentato venerdì (24 ottobre) alle 17,30 a LuccaLibri. Interverranno Marisa Cecchetti, Nadia Davini, Laura Di Simo, Elisa Tambellini. Letture di Elisa Tambellini e Sandra Tedeschi. Al termine della presentazione, si svolgerà una degustazione di Passerina, vino doc delle Marche.

Sinossi. Sì, la carne è fragile e ancora negli anni a ridosso delle prime manifestazioni umanistiche, le esigenze del corpo, i suoi desideri, le sue pulsioni carnali appaiono oggetto di incomprensioni profonde e gravi censure. Tra le lenzuola la donna ha l'obbligo di mantenersi passiva, mentre l'iniziativa e qualsiasi altra attività sono prerogative lasciate all'uomo che le deve svolgere in maniera moderata e senza particolare entusiasmo. Severamente vietate le pratiche contraccettive, abominevole la sodomia, non solo omo ma anche eterosessuale, condannata come diabolica insieme a tutte le altre pratiche (masturbazione, fellatio) con cui una donna avrebbe potuto tentare di legare maggiormente a sé un uomo. Il Decretum del vescovo di Worms a uso dei confessori informava dettagliatamente sulle modalità della copula tra coniugi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter