Menu
RSS

Del Ghingaro: "Sui voucher ci stanno prendendo per il culo"

giorgiodelghingaroVoucher, Del Ghingaro ancora una volta all'attacco del Partito Democratico, stavolta su temi nazionali. Usa toni forti il primo cittadino di Viareggio sull'ipotesi di reintroduzione dei voucher: "La Cgil - dice - promuove un referendum per abolirli, considerandoli, a ragione, uno strumento di ingiustizia sociale e un modo improprio di gestire un rapporto di lavoro. Il parlamento a pochi giorni dalla data fissata per la consultazione popolare vota una norma che li abolisce. Il referendum a quel punto non c'è più, ovviamente e naturalmente, la Cassazione lo annulla. Ieri gli stessi parlamentari che avevano detto no ai voucher li hanno reintrodotti per legge".
"Al di là delle possibili discussioni sul pro e sul contro - è il commento di Del Ghingaro - se servono o non servono, possiamo dire che questa gente ci prende per il culo? Lo possiamo dire?".

Leggi tutto...

Strage, Cassazione conferma licenziamento Antonini

  • Pubblicato in Cronaca

antoniniConfermato dalla Cassazione il licenziamento di Riccardo Antonini, il ferroviere consulente dei familiari delle vittime della strage di Viareggio. La Cassazione ha infatti respinto il suo ricorso contro il licenziamento disposto dalla società Rfi, spiega Ferrovie dello Stato in una nota, "per la palese infedeltà" dimostrata dall'allora ferroviere nell'inchiesta giudiziaria per il disastro di Viareggio. Per la Cassazione, continua Fs, il provvedimento "fu correttamente intimato perché il lavoratore, sia in dichiarazioni rilasciate ai mezzi di informazione, sia nella veste di consulente avversario, ha di fatto violato gli obblighi di fedeltà, correttezza e buona fede con una condotta idonea a ledere irrimediabilmente il presupposto fiduciario del rapporto di lavoro. La Corte in particolare ha affermato che il ricorrente lungi dal limitarsi ad obiettive osservazioni tecnico-scientifiche inerenti all'oggetto della perizia in corso si è posto come concreto antagonista della società da cui dipendeva, anche rivolgendo "pubbliche e ripetute ingiurie" all'amministratore delegato dell'epoca. "Pertanto - conclude Ferrovie - all'esito dei tre gradi di giudizio emerge con chiarezza che l'operato di Ferrovie dello Stato nei confronti del dipendente si è dimostrato pienamente corretto".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter