Menu
RSS

Mini hub nel parco dell'Orecchiella, coro di no

IMG 20170802 WA0001Un quarto micro hub per l'accoglienza dei migranti all'Orecchiella. E' questo l'ulteriore tassello che si aggiunge al mosaico relativo alle soluzioni in ballo per gestire al meglio gli arrivi soprattutto nei periodi di emergenza e per dare un po' di respiro, in caso di bisogno, alla struttura gestita dalla Croce rossa in via delle Tagliate a Lucca. Oltre all'ipotesi di mini centri nel barghigiano, a Viareggio e nella piana di Lucca, emergono ulteriori dettagli su una quarta struttura dall'incontro avvenuto nei giorni scorsi tra il prefetto di Lucca, Maria Laura Simonetti e i sindaci delle zone interessate.

Leggi tutto...

Angelini: “Le denunce di Santini sul Pd? Grave errore”

pieroangeliniPiero Angelini torna, a mente fredda, a commentare l’esito delle elezioni comunali a Lucca. Lo fa, concentrandosi sulle circostanze che hanno portato a scegliere Tambellini, anziché Santini, accusando quest’ultimo di essere stato troppo fiacco sul tema dell’immigrazione e negli attacchi all’amministrazione. “Nel commentare le elezioni del Comune di Lucca - l’incipit del professore - bisogna partire sempre dal fatto, già dimenticato, che il sindaco è stato eletto dal 45% degli aventi diritto al voto e che molte delle 500 schede che sono state annullate portavano la scritta: ‘siete due m….’ ; il che fa pensare a tutti che, in questi anni, a Lucca, è aumentato il distacco tra i cittadini, da una parte, i partiti e chi li governa, dall’altra, in primo luogo il Sindaco, a cui, nel momento del trionfo elettorale , qualcuno avrebbe dovuto ricordare, come ai generali vittoriosi a Roma, che è sempre un uomo, un uomo a cui, in questi anni, molti cittadini hanno chiesto trasparenza nell’azione amministrativa, rispetto del diritto e della verità, che sono invece mancati”. Angelini confessa poi di essere rimasto colpito dalle accuse rivolte da Santini a Remaschi e Pagliaro: “Se vere e ritenute così gravi sul piano politico, Santini le avrebbe dovuto denunciare prima, non dopo il ballottaggio; a me sembra, invece, naturale che un politico di centrosinistra, in questa tormentata campagna elettorale, in cui Tambellini ha brillato per supponenza e arroganza, potesse spingersi fino a confidare a Santini il suo disagio ed esprimere una qualche riserva e un dubbio sul sostegno ad un sindaco siffatto; qualche volta, poi, si parla per paradossi: se qualcuno avesse registrato le mie telefonate, mi avrebbe sentito dire che Tambellini è il sindaco che i lucchesi si meritano, che non costituiva certo un complimento. Le confidenze fatte a Santini avrebbero dovuto essere da lui apprezzate e conservate con discrezione, perché avrebbero potuto costituire, dopo le elezioni, qualunque fosse stato l’esito, un canale personale di dialogo e di collaborazione tra pezzi della maggioranza e dell’opposizione. Le denunce di Santini costituiscono, dunque, un grave errore politico, anche perché non è difficile supporre che, di qui in avanti, a Santini sarà difficile parlare con chiunque, al di fuori del suo giglio magico e che il centrodestra, di conseguenza, con un leader azzoppato, sarà più debole in Consiglio comunale”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter