Menu
RSS

In S.Michele la 'prima' della stele di Caius Largennius

caiusSarà piazza san Michele venerdì (24 marzo) la sede per la presentazione dell’arrivo a Lucca della copia della stele funeraria di Caius Largennius, miles della Legio III Italica morto e celebrato a Strasburgo. Alle 10,30 cittadini, studenti, istituzioni e scuole assisteranno alla presentazione della stele dopo la parata rievocativa di legionari. La stele resterà esposta al pubblico dalle 12 alle 13 e quindi sarà trasportata alla Domus Romana di Lucca in via Cesare Battisti dove resterà in esposizione permanente. Per l’occasione la Domus Romana resterà ad ingresso libero dalle 14,30 alle 18.

Leggi tutto...

Passerella di presentazione per gli atleti della Pozzese

  • Pubblicato in Sport

uspozzeseDomenica 26 marzo alla presenza delle autorità comunali e della Federazione ciclistica, dei soci e degli amici della storica Pozzese, sarà presentato il programma del 2017, 86esimo anni di attività della società ciclistica. Saranno presentati inoltre i giovanissimi ciclisti che porteranno nei prossimi mesi i colori sociali sulle strade della Toscana. La cerimonia si terrà nella sede sociale di Pozzi in via Salvatori 556.

Leggi tutto...

"L'uomo del futuro", il libro di Affinati si presenta alla biblioteca statale

  • Pubblicato in Libri

libriL’uomo del futuro è un libro che commuove e che induce alla riflessione tutti gli uomini ma in particolare coloro che hanno deciso di privarsi dei privilegi ricevuti per percorrere insieme il cammino della vita pieno di miserie e di dolore. Sarà presentato mercoledì (22 marzo) alle 17 nei saloni monumentali della biblioteca statale di Lucca. Il prete di Barbiana o meglio “il prete ribelle” rinunciò ai privilegi della propria estrazione sociale alto borghese senza rimpiazzare l’aristocrazia materiale con quella morale. Don Milani scriveva che il suo posto sarà sempre vicino agli ultimi: ai poveri, agli emarginati, agli affamati di giustizia.
 La richiesta di giustizia del prete di Barbiana si fonda sull’insegnamento della parola che doveva servire a farsi ascoltare, a chiedere i propri diritti mai ascoltati, quindi mai esauditi, anzi sempre calpestati.


Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter