Menu
RSS

Anche la Regione al fianco di Pietrasanta candidata capitale italiana della cultura

Copertina Dossier Pietrasanta 2020 low 1Pietrasanta capitale della cultura italiana: scende in campo anche il governatore Enrico Rossi. Dopo il mito Gina Lollobrigida, cittadina onoraria ed artista che proprio a Pietrasanta nel 2008 espose per la prima volta le sue sculture, che aveva accettato l’invito di Massimo Mallegni a diventare testimonial della candidatura della Piccola Atene, anche la Regione Toscana fa il primo passo ufficiale: farà parte del comitato promotore chiamato a “spingere” e promuovere Pietrasanta nella volata all’ambizioso traguardo. Con una lettera, inviata al primo cittadini, il presidente della Regione Toscana si è detto “onorato di apportare il contributo della Regione Toscana a questa importante iniziativa, sperando che sia possibile raggiungere un obiettivo di grande rilievo per tutta la Toscana. Il Comune di Pietrasanta ha tutte le caratteristiche per rappresentare al meglio la cultura italiana tanto per i suoi musei che per le sue biblioteche, per i monumenti storici e per le attività culturali in molti campi. La cultura può essere, come dimostrano molti casi di città italiane fra cui Pietrasanta, un elemento decisivo per rinnovare e rappresentare l’identità delle comunità locali, così come uno dei motori di sviluppo sociale, umano ed anche economico”.

Leggi tutto...

Forum itinerari culturali, a Lucca la settima edizione

Forum Itinerari Culturali LUCCA 2017E' l'evento annuale più importante del programma degli Itinerari culturali europei, punto di incontro, di ideazione e di scambio a livello internazionale per il lancio di iniziative, sviluppo di partnership e creazione di reti europee legate al turismo culturale. Il settimo forum europeo degli itinerari culturali si terrà dal 27 al 29 settembre prossimi a Lucca, sede dove verrà peraltro celebrato il trentesimo anniversario del programma degli itinerari europei, motivo di ulteriore prestigio per la scelta dell'Italia come sede.

Leggi tutto...

Voucher formativi, aumentano le richieste

coworking 01Duecentotrentaquattro domande a luglio e altri 494, più del doppio, alla scadenza del 10 settembre. Cresce in Toscana la richiesta di voucher formativi destinati a chi è senza lavoro: non solo i disoccupati in Naspi o in mobilità da almeno quattro mesi, come era all'inizio, ma anche inoccupati o inattivi o fuoriusciti dai percorsi di pubblica utilità, purché iscritti ad un centro per l'impiego. L'obiettivo del resto è far ritrovare un'occupazione a chi l'ha persa ma anche a chi non ce l'ha o lavora ad intermittenza.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter