Menu
RSS

Scoppia incendio in una camera da letto: paura a Arsina

incendionottePaura ieri sera (28 marzo) in una abitazione in località Arsina a Cappella per un incendio all'interno di una camera da letto. L'allarme è scattato poco dopo le 22 e a darlo è stato un giovane padre che si trovava in casa insieme alle due figlie piccole. Gli occupanti dell'abitazione sono riusciti a mettersi in salvo mentre i vigili del fuoco hanno spento l'incendio. Il rogo, partito forse da un materasso, si è propagato velocemente anche ad un'altra stanza e al vano scale che sono state dichiarate inagibili dai pompieri. Tanta paura, insomma, ma fortunatamente nessun ferito.

Leggi tutto...

Prese dopo un borseggio alla stazione di Lucca

polferDue borseggiatrici alla stazione bloccate e denunciate dalla Polfer di Lucca: una delle due per evitare guai ha dichiarato di avere meno di 14 anni ma smascherata non le è servito ad evitare di essere indagata a piede libero con l'accusa di furto. E’ accaduto attorno alle 13 di ieri pomeriggio (27 marzo): una ragazza di 20 anni si è messa a gridare mentre stava attraversando il sottopassaggio della stazione, attirando l'attenzione degli agenti della polizia ferroviaria. Poco prima era stata urtata da due donne, accorgendosi che le avevano rubato il portafogli con all'interno 250 euro. Gli agenti, capito quello che era successo, hanno individuato le due presunte ladre, riconosciute dalla vittima del borseggio: stavano per salire a bordo del treno quando una delle due che si era accorta della polizia ha gettato il portafogli tra i binari.

Leggi tutto...

Falso dipendente comunale tenta di derubare anziano

polizia 23 original-2Un falso dipendente comunale tenta di truffare e derubare un anziano di San Concordio, un arzillo 86enne che è stato più furbo dell'altro e ha chiamato la polizia mettendo in fuga il truffatore. E’ accaduto nel primo pomeriggio di ieri quando il pensionato si trovava nel giardino della sua abitazione: è stato avvicinato da un signore alquanto distinto sulla cinquantina d'anni, che ha detto di essere un dipendente del Comune di Lucca incaricato di verificare la potabilità dell'acqua, che poteva essere contaminata. Una tecnica ormai ben nota che in altri casi è servita a confondere gli anziani finiti nel mirino e a derubarli. Il pensionato di San Concordio si è insospettito proprio quando il falso dipendente comunale gli ha chiesto di mettere tutti gli oggetti di valore nel frigorifero per evitare interferenze dannose durante il controllo.

Leggi tutto...

Armato in sella alla moto rubata: arrestato

54126c2f8cc69d4a4b6bbb499fc23fcbE’ stato fermato ad un posto di controllo dai carabinieri di Altopascio ed è finito subito in manette. Lulzim Shyti, 36 anni, di origini albanesi, è stato infatti trovato in sella ad un motorino Exagon Piaggio, risultato rubato a Montecatini il settembre scorso. Accusato di ricettazione, è finito nei guai anche perché in una tasca i militari gli hanno trovato un coltello a serramanico con una lama di otto centimetri, un fatto che gli è costato una denuncia per possesso ingiustificato di arma da taglio. Ma i guai del 36enne non sono finiti qui, perché dagli accertamenti dei militari è risultato che era stato espulso, con accompagnamento alla frontiera, nel 2012, con provvedimento firmato dal questore di Pistoia. Il giudice ha convalidato l'arresto e ha disposto l'immediata espulsione.

Leggi tutto...

Cameriere latitante sale sul tetto per sfuggire all'arresto

carabinieriflucallEra destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in carcere nell'ambito di due operazioni antidroga, coordinate dai carabinieri di Lucca e di Livorno, e per evitare le manette è salito sul tetto della casa nella quale viveva con la moglie, quando sono arrivati i carabinieri per un controllo della donna, ai domiciliari dal 7 marzo scorso, perché secondo l'accusa era anche lei coinvolta in un traffico di droga fra la Versilia e Milano. Il 23enne, un cameriere di origini marocchine residente a Milano, ben sapendo di essere ricercato, è salito sul tetto della sua casa a Carignano, passando da una botola della soffitta. I militari entrati in casa per verificare che la donna non avesse violato il regime dei domiciliari, hanno sentito strani rumori dal piano superiore.

Leggi tutto...

Ruba con un complice nell'azienda agricola dove lavora

carabinieri-notte2Sorpreso a rubare con un complice all'interno dell'azienda agricola dove lavorava. Accade a Matraia, dove l'altra sera la proprietaria dell'attività, che vive nelle vicinanze, è stata svegliata nel cuore della notte dal rumore dei due ladri all'opera. Spaventata per quello che stava accadendo, ha chiamato subito i carabinieri e una pattuglia ha acciuffato i due ladruncoli. Avevano appena caricato due decespugliatori e un contenitore da 50 chili d'olio dall'azienda. La vera sorpresa è arrivata quando si è scoperto che uno dei due bloccati dai militari altro non era che un dipendente della attività, che lavorava da qualche mese in azienda.

Leggi tutto...

La gatta è in calore e i coinquilini si picchiano

carabinieri-chiusura-del-locale-pubblicoLa loro convivenza, per così dire, “forzata” si è rivelata non solo un vero fiasco ma è costata loro anche guai con la giustizia. Già per che i due coinquilini conviventi a cui il Comune ha assegnato un alloggio popolare a San Vito, con i loro venti anni di differenza, proprio non sono mai riusciti a rispettare nemmeno le forme di quella che sarebbe dovuta essere una convivenza per necessità. Infatti, si sono denunciati a vicenda per lesioni personali e violenza privata al culmine dell'ennesimo battibecco. A provocare la discussione sfociata poi a cazzotti il fatto che la gatta di uno dei due inquilini dell'appartamento era in calore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter