Menu
RSS

Daino finisce nel fosso, salvato dai vigili del fuoco - Foto

20140405 184049A dare l'allarme sono stati alcuni abitanti della zona: un piccolo daino saltando in un campo in via della Croce a Saltocchio è finito nel canale, senza riuscire più a uscirne rischiando di annegare. L'animale è stato invece salvato da una squadra dei vigili del fuoco, che sono stati avvertiti attorno alle 18. Non è stato facile raggiungere il daino e toglierlo dall'acqua, ma i vigili del fuoco sono riusciti a metterlo in salvo senza ferirlo. L'animale spaventato e sotto choc per fortuna non ha riportato lesioni.

Leggi tutto...

Resta con la mano nella pressa, grave operaio

ambulanza-del-118-durante-il-soccorso-2E' bastato un attimo e la mattinata lavorativa di un operaio di una cartiera di Coselli, la Trascarta di via Stipeti, si è quasi trasformata in tragedia. Aggiungendo un altro infortunio sul lavoro alla casistica già pesante in Italia e nel nostro territorio. L'uomo, di 45 anni, per cause ancora da verificare, è rimasto con una mano nella pressa, cui stava lavorando intorno alle 8,15 di questa mattina. Quando si è accorto di quello che stava accadendo, però, era troppo tardi. Il macchinario ha agganciato la mano e ha continuato a funzionare finché, allertati dalle urla dell'uomo, non sono intervenuti i colleghi ad azionare lo stop. Immediatamente sul posto si sono portati i vigili del fuoco e l'ambulanza del 118. Dopo la delicata operazione per liberare l'arto dalla pressa, vista la gravità della situazione, l'operaio è stato portato d'urgenza con il Pegaso al Cto di Firenze dove si tenterà di salvare la mano e il braccio. Ma l'arto, secondo i primi controlli, sarebbe gravemente compromesso.

Leggi tutto...

Ancora vandali all'assalto dell'ex Circoscrizione 6

attivandalicisalessioNon è trascorso nemmeno un mese dall'ultimo raid dei vandali che ha devastato alcuni locali sedi di associazioni e in particolare del comando delle Guardie ecozoofile dell'Anpana, che l'edificio dell'ex Circoscrizione 6 a Sant'Alessio è finito di nuovo nel mirino. Stavolta il bilancio dei danneggiamenti è ancora più pesante: tutte le porte interne sono state buttate giù da una gang di teppisti, forse la stessa che sempre stanotte ha colpito anche nella scuola primaria di Sant’Alessio, a due passi dall'ex circoscrizione (Leggi). Il furto, che risale probabilmente alla notte, è stato scoperto soltanto nel primo pomeriggio di oggi. Le guardie ecozoofile sono esasperate: “Se le cose restano così da qui ce ne dobbiamo andare”, commentano alcuni amareggiati. In effetti, la sede del comando è diventata più che fatiscente a causa delle due incursioni tanto ravvicinate. Al punto che non c'era ancora stato modo di far riparare dal Comune di Lucca alcune serrature interne che erano state danneggiate nel precedente raid che risale al 6 marzo scorso (L'articolo).

Leggi tutto...

Cerca di vendere un Iphone “taroccato”: denunciata

Ha cercato di vendere un Iphone 5 “taroccato” ma è stata scoperta e denunciata dai carabinieri. Nei guai è finita una donna di 43 anni, di origini rumene e residente a Brescia, bloccata ieri alla stazione di Lucca. La donna adesso è accusata di ricettazione e vendita di merce con marchio contraffatto. I carabinieri l'hanno rintracciata nel pomeriggio di ieri dopo una serie di telefonate arrivate al centralino del 112 da parte di cittadini che erano stati avvicinati e a cui era stato offerto l'acquisto dello smartphone ad appena 70 euro.

Leggi tutto...

Rapine in farmacie e supermercati, in cella due fratelli

carabiniericontrollilucSono accusati di una serie di rapine a farmacie e supermercati, compiute tra la Piana di Lucca e la Val di Nievole (Leggi). I fratelli Tangari, Stefano e Rito, 29 anni, il primo, ex muratore residente a San Cassiano a Vico; 28 anni, operaio di Montecarlo, il secondo, figli di Maciste Tangari, 47 anni, accusato della rapina finita con una sparatoria in cui lui stesso era rimasto ferito alla sala slot Match Point di Altopascio, ora si trovano in carcere. Sono stati arrestati ieri dai carabinieri della stazione di San Concordio e da quelli di Altopascio perché devono scontare una pena di 4 anni per i reati a loro contestati. La sentenza, infatti, è diventata definitiva, e i due fratelli sono stati colpiti da un ordine di carcerazione spiccato dal tribunale di Lucca.

Leggi tutto...

Trovato con ovuli di eroina: arrestato alla stazione

carabinieri-chiusura-del-locale-pubblicoI carabinieri lo osservavano ormai da alcuni giorni: le abitudini di un giovane di 22 anni, finito in manette ieri (3 aprile) nel corso di un'operazione antidroga dei militari di San Concordio, non erano più un mistero per gli investigatori. Il copione messo in scena era sempre lo stesso, secondo l'accusa: l'arrivo in stazione a bordo di un treno dopo essersi rifornito di droga e poi lo spaccio vero e proprio che avveniva nel suo alloggio di fortuna in Lucchesia. Qui secondo i carabinieri che lo hanno arrestato preparava le dosi che poi lanciava dalla finestra ai suoi clienti. E’ quello che sempre stando alla ricostruzione dei militari, sarebbe avvenuto anche ieri pomeriggio, quando però sono scattate le manette. I militari che in borghese lo stavano aspettando alla stazione, lo hanno visto scendere dal treno e dirigersi verso l'esterno.

Leggi tutto...

Cane antidroga in "visita" all'agrario Mutigliano

canepandoStamani la Sezione Narcotici della Squadra Mobile della Questura, su invito del preside dell’istituto agrario di Mutigliano professro Boddi, ha effettuato un controllo nella scuola superiore con il cane antidroga Pando. I poliziotti della narcotici, con l'ausilio di una volante e dell’unità cinofila messa a disposizione dalla Questura di Firenze, hanno monitorato l'ingresso degli alunni, giunti in successione su tre pullman; poi sono entrati all'interno delle due ali in cui è composto l'istituto, visitando cinque classi (per complessivi circa 250 alunni), i bagni e le tre aule di fisica. Il servizio è proseguito nel cortile, dove i poliziotti hanno effettuato una breve dimostrazione di come opera il cane antidroga; il preside delle vicine scuole medie, notata la inconsueta dimostrazione, ha chiesto di poter far assistere anche i suoi alunni.Gli studenti sono rimasti positivamente colpiti dalla iniziativa, che ha un fine soprattutto pedagogico: quello di prevenire comportamenti devianti, soprattutto a scuola, e di informare i ragazzi sui pericoli per la salute ma anche per la fedina penale, indotti dall'uso e dal traffico di droga. E’ per questo che, ritagliando tempo dalle tante indagini che assolvono alla funzione squisitamente reattiva e di contrasto al crimine, tipica della funzione di polizia, i poliziotti su direttiva del questore Cracovia hanno ben accolto la possibilità di attuare la funzione di affiancare le istituzioni deputate all'educazione delle giovani generazioni per fornire il proprio contributo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter