Menu
RSS

Furti di rame, "Action Day" delle forze dell'ordine per contrastare il fenomeno

Si è conclusa, con risultati positivi, l’azione di contrasto al fenomeno dei furti di rame, effettuata dalle forze dell’ordine sul territorio della provincia di Lucca nei giorni 21 e 22 maggio scorsi. L’operazione è stata pianificata nel corso di una riunione tenutasi in Prefettura insieme alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, al Corpo Forestale dello Stato, all’Agenzia delle Dogane e all’Enel.
In particolare, sono state svolte verifiche presso aziende, effettuati controlli presso commercianti di rottami, in insediamenti di campi nomadi e presso trasportatori di metallo. Nel corso dei servizi sono state identificate numerose persone e sottoposti a verifica vari mezzi di trasporto. L’iniziativa, dall’emblematica denominazione di “Action day”, promossa dall’Agenzia anticrimine dell’Unione Europea Europol, nell’ambito del più ampio progetto “Piattaforma europea multidisciplinare contro le minacce criminali – Gruppi mobili di criminalità organizzata” si è svolta contemporaneamente in tutte le province italiane e in diversi Stati europei. 

Leggi tutto...

Ladri di biciclette smascherati in centro storico

polizia estateLadri di biciclette scatenati in centro storico. Un copione che si ripete quotidianamente ma che ieri ha portato alla denuncia a piede  libero di due giovani per ricettazione. Il primo ladruncolo è stato smascherato grazie ad un signore che vive in un appartamento che si affaccia su piazza Napoleone. Attorno alle 15,30 di ieri ha telefonato al 113, dopo aver visto un giovane impossessarsi di una bicicletta lasciata vicino ad un albero da un'altra persona. Sul posto si sono precipitate le volanti, che però non sono riusciti sulle prime a trovare il ragazzo. Qualche ora dopo, invece, attorno alle 18, lo stesso signore che aveva assistito al furto ha riconosciuto la bici e ha telefonato alla polizia che stavolta è riuscita a bloccare chi si trovava in sella: si tratta di un ragazzo di 17 anni, che è stato denunciato al tribunale dei minori di Firenze con l'accusa di ricettazione. 

Leggi tutto...

Studente di 15 anni aggredito da due bulli in centro

di Roberto Salotti
carabinierirapinacasaPrima lo hanno provocato, con qualche apprezzamento sgradito in modo da provocare una qualunque reazione. Poi, quando hanno visto che lo studente di 15 anni non rispondeva agli insulti, si sono avvicinati e hanno iniziato a tirargli schiaffi. Subito dopo uno dei due gli ha suonato anche un pugno, continuando ad insultarlo. Solo con l'obiettivo, sostengono i carabinieri, di scatenare la rissa. E’ accaduto ieri pomeriggio (28 maggio), attorno alle 18, in pieno centro storico a Lucca. Due bulli si sono avvicinati ad un ragazzo che era in compagnia di alcuni coetanei in piazza Napoleone e hanno iniziato ad infastidirlo. Dalle parole sono in breve passati ai fatti, aggredendolo davanti agli occhi di altri ragazzini intimoriti da quella scena e che non hanno quasi avuto alcuna reazione, spaventati forse dalle ritorsioni.

Leggi tutto...

Schianto fra due auto, una si ribalta: 2 feriti

IMG-20140528-WA0005Un incidente spettacolare e per fortuna non grave quello che si è verificato intorno alle 19 di questo pomeriggio (28 maggio) a Santa Maria del Giudice, a pochi metri dall'uscita della galleria del foro di San Giuliano. Per cause al vaglio della Polizia Municipale di Lucca, intervenuta sul posto per i rilievi, due auto sono entrate in collisione. Ad avere la peggio è stata una Fiat Qubo di color canna di fucile, che nell'impatto si è ribaltata su un fianco andando a finire la propria corsa contro il guard rail laterale alla strada. Dopo lo scontro altri automobilisti hanno allertato immediatamente il 118 che hanno portato sul posto due autoambulanze. I due conducenti, però, sono rimasti sempre coscienti e alla fine sono stati trasportati al Pronto Soccorso del San Luca con lievi contusioni. E' stato, invece, immediatamente caos per la viabilità da e per Pisa, con lunghe code nel traffico dell'ora di punta del rientro dal lavoro.

Le foto dell'incidente di Omar Cortopassi

Leggi tutto...

Strage Viareggio: “Regione negò muro in via Ponchielli”

DSC 0423Dopo essersi ribaltata, la cisterna carica di gpl impattò con un picchetto tagliente. E' quanto ricostruito dall'ispettore della polizia ferroviaria Angelo Laurino durante il processo per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009, parlando delle cause dello squarcio da cui fuoriuscì il gas che, esplodendo, uccise 32 persone. Ed è proprio la causa dello squarcio uno degli elementi chiave del processo. Secondo l'accusa fu il picchetto: si tratta di uno spezzone di rotaia sporgente almeno 5 centimetri, che serve a
indicare le curve. Per la difesa fu un elemento indispensabile dello scambio, la deviata a zampa di lepre. Per l'accusa nel 2009 già vi erano elementi che avrebbero dovuto suggerire la pericolosità dei picchetti. Gli inquirenti hanno ricordato, per esempio, che nel 2001 Rfi aveva emanato una circolare affinché, in caso di ammodernamento delle linee, venissero sostituiti, così come avvenuto con le linee alta velocità.

Leggi tutto...

Donna derubata del portafoglio alla biblioteca Agorà

agoraPorta la figlia a leggere un libro all'Agorà e le rubano il portafoglio dalla borsa. E' successo a una signora lucchese e tutto si è svolto in pochi secondi. La signora vede un'ombra alle sue spalle, dà un occhio istintivamente alla borsa e la trova aperta senza il portafoglio dentro. Nel frattempo quell'ombra, individuata dalla signora quando era ormai troppo tardi, era scappata dall'scita secondaria senza che nessuno avesse il tempo di bloccarla. Il danno è di 150 euro, che la signora aveva nel portafoglio perché di lì a poco avrebbe fatto la spesa per la settimana. Alla donna non è restato che recarsi in Questura per sporgere denuncia.

Leggi tutto...

Trovato dentro una villa, arrestato per tentato furto

carabinieriladricE’ stato arrestato dopo essere stato trovato all'interno di una villa di Orentano. In manette è finito un uomo di 32 anni di Altopascio che i carabinieri di San Miniato hanno accusato di tentato furto. A dare l'allarme sono stati alcuni vicini di casa, che si sono insospettiti a causa dei rumori provenienti dalla villa. Secondo l'accusa, l'uomo era riuscito ad entrare dopo aver forzato una finestra. Subito dopo l'arresto però è stato rimesso in libertà, perché non è chiaro se l'intento del 32enne fosse quello di rubare, oppure di trovare riparo all'interno della villa, che per diversi mesi all'anno resta disabitata.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter