Menu
RSS

Altopascio, a Tavolaia spunta la maxidiscarica abusiva

  • Pubblicato in Cronaca

Abbandono rifiuti marginoneNella mattina di ieri (12 settembre) grazie alle segnalazioni dei cittadini, è stato scoperto un grave caso di abbandono di rifiuti in località Tavolaia, a Marginone, su un terreno agricolo. Si tratta di una ingente quantità di scarti derivanti da attività produttive legate al settore tessile. "E’ un atto vergognoso e criminale – commenta il sindaco Sara D’Ambrosio – che condanniamo. Faremo tutto il possibile affinché non resti impunito. Continua a maggior ragione l’azione di controllo del territorio portata avanti dalla polizia municipale e dagli uffici del Comune di Altopascio che, infatti, sta dando ottimi risultati. Grazie alle telecamere, siamo infatti riusciti a individuare i responsabili degli abbandoni di rifiuti delle scorse settimane".

Leggi tutto...

Bidoni di vernice abbandonati lungo la Bientinese

rifiuti bientineseChi quella strada la percorre in auto riesce a vedere soltanto il terribile spettacolo. Chi, invece, ci passa a piedi o in bicicletta sente anche un odore acre. Siamo ancora sulla Bientinese, al confine tra Castelfranco e Altopascio. Sono in prevalenza bidoni di vernice, quelli che si vedono abbandonati tra la strada e il canale Imperiale, nell'area di golena, ma dall'odore si sente che ci potrebbe essere anche dell'altro là in mezzo. D'altra parte, discarica attira rifiuti, anche se lo smaltimento è, ovviamente, del tutto illecito.

Leggi tutto...

Conti (Pd): "Lavarone, nessuna emergenza. Ma è un problema da affrontare seriamente"

lavarone"Che piaccia o no, che emani cattivi odori più o meno sopportabili, ma il lavarone spiaggiato sulle rive del mare è un fenomeno naturale e lo era anche quando a governare c’era il centrosinistra nonostante le polemiche politiche che in passato ad ogni evento si sprecavano". Così Nicola Conti del Pd di Pietrasanta dopo la maxioperazione di pulizia portata avanti dall'amministrazione comunale.
"Questo non vuol dire - spiega Conti - che la politica non possa esimersi dall’affrontarne il tema, anzi. E fu proprio nei cinque anni di amministrazione Lombardi, grazie in particolare all’operato dell’assessore Italo Viti, che fu presa assieme ad Ersu una decisione lungimirante ed economicamente vantaggiosa per la comunità, ovvero quella di investire in un impianto mobile di vagliatura e in uno fisso sito in via Pontenuovo per il trattamento del lavarone in modo da non movimentare e smaltire tonnellate di sabbia, con un notevole minor impatto ambientale. Da smaltire il rifiuto a 130 euto a tonnellata si è passati a 70 euro a tonnellata, con un quantitativo destinato alla discarica che è passato dal 100 per cento del lavarone al solo 1,1 per cento, quindi con un riciclo del 98,9 per cento e un effetto estremamente positivo per l’ambiente".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter