Menu
RSS

Espulso sospetto jihadista che era stato a Lucca

  • Pubblicato in Cronaca

poliziacsHa vissuto anche a Lucca il 34enne espulso 'per motivi di sicurezza' dall'Italia dopo essere stato segnalato dall'intelligence nell'ambito di un monitoraggio della comunità islamica di Perugia. Secondo l'accusa, avrebbe manifestato simpatie per il Daesh e non avrebbe escluso la possibilità di recarsi in Siria. Gli inquirenti che oggi lo hanno espulso lo ritengono membro di un gruppo di spacciatori tunisini che era attivo nel capoluogo umbro: elementi che, sempre per l'accusa, sarebbero stati legati ad un altro giovane connazionale, già espulso nel maggio del 2015 per motivi di sicurezza dello Stato. Lo straniero è stato rintracciato a Palermo lo scorso 14 febbraio e trattenuto nel carcere di Caltanissetta fino al rimpatriato con un volo diretto a Tunisi. L'uomo è stato rintracciato il 14 febbraio a Palermo e poi trattenuto nel carcere di Caltanissetta. Oggi il rimpatrio con un volo diretto a Tunisi.

Leggi tutto...

Beve alcol mentre ruba in casa: arrestato

  • Pubblicato in Cronaca

polizia 113 generica 193878.660x368La squadra volante del commissariato di Viareggio, nella tarda mattinata di ieri, ha arrestato un 31enne, di origine maghrebina, Youssef Shoubi il suo nome, per furto aggravato in abitazione.
Gli operatori, durante l’attività di controllo del territorio nel centro cittadino di Viareggio, in via Ugo Foscolo, hanno ricevuto la segnalazione da alcuni passanti che, poco prima, due cittadini marocchini, infrangendo i vetri di un portone di un palazzo, si erano introdotti all’interno.

Leggi tutto...

Matrimoni fittizi per favorire immigrazione: 4 arresti

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
IMG 0320I “promessi” sposi si avvicinavano al celebrante senza scambiarsi uno sguardo, figuriamoci un bacio o una parola. Arrivavano da due mondi completamente diversi, e nessuno dei due conosceva la lingua dell’altro. L’amore era solo una finzione sullo sfondo della disperazione e dello sfruttamento, ma nessuno dei due aveva bisogno di sforzarsi troppo. Bastava presentarsi all’appuntamento in Comune, dire sì e poi ognuno per la sua strada. Un po’ come il George Faure interpretato da Gérard Depardieu in Green Card, il film di Peter Weir degli anni 90 che parlava di un matrimonio combinato per ottenere la carta verde e soggiornare negli Usa. Nella finzione cinematografica, alla fine, però, fra i finti sposi sbocciava l’amore. Per le coppie fasulle smascherate dalla polizia di Lucca, invece, ricominciava la vita di tutti i giorni, con altri compagni, da una parte, e un futuro da giocarsi in Svizzera per chi finiva nella rete dell’organizzazione, pur di rifarsi una vita, dall’altra.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter