Menu
RSS

Antifascismo, studenti a 'lezione' con Spi Cgil

cgilluccaPresentato oggi (23 febbraio) a Firenze il nuovo progetto dello Spi Cgil Toscana dedicato alla memoria e al rapporto con i più giovani, Dimenticare mai. Partendo da ciò che è stato decidiamo chi vogliamo essere, realizzato in collaborazione con la Rete Studenti Medi Toscana. “L’antifascismo non è un bene residuale del passato. Invece bisogna raccontare ai più giovani cosa significa: rispetto degli altri, della loro libertà, fra l’altro. I fascismi ci sono ancora oggi. Bisogna lavorare per costruire coscienze nuove”. Così Daniela Cappelli, segretaria generale dello Spi Cgil Toscana presenta il nuovo progetto che il sindacato pensionati della Cgil Toscana dedica alla memoria e al rapporto con i più giovani. Progetto che prevede, in collaborazione con la Rete Studenti Medi Toscana, una serie di incontri nelle scuole (18 scuole superiori in 6 province toscane, per un totale di circa 7 mila studenti coinvolti ) e visite a luoghi significativi dell’antifascismo, la presentazione e la richiesta di adesione al manifesto degli studenti antifascisti.

Leggi tutto...

Vigili del fuoco, scatta lo stato di agitazione

  • Pubblicato in Cronaca

vigilidelfuocom"Carenza di risorse per addestramenti e formazione, automezzi fatiscenti, sedi di servizio decadenti". E’ questa secondo i sindacati di settore, Fp Cgil, Fns Csl, Uilpa Vigili del fuoco, Usb, Co.Na.Po., la situazione che si è venuta a determinare nei vigili del fuoco di Lucca, che dopo l'assemblea di lunedì scorso (13 febbraio) hanno dichiarato lo stato di agitazione, dopo che qualche giorno prima i capi turno e i vice avevano lanciato un accorato appello a risolvere la situazione, senza risparmiare accuse al comandante. Oltre 100 le persone presenti all'assemblea.

Leggi tutto...

Fdi Lucca a sostegno dei lavoratori Carrefour: "Disposti ad incontrarli"

fdiCarrefour, Fratelli d'Italia a sostegno dei lavoratori. A parrlare è il segretario provinciale Riccardo Zucconi: “Carrefour - dice - fa ormai parte del tessuto economico di Lucca, la multinazionale francese ha innegabilmente dato lavoro ai lucchesi per decenni, ma da quando ha liberalizzato le aperture notturne (prima nelle grandi città e poi nelle nostre realtà) ha iniziato a trattare quei dipendenti con modalità diverse ed inaccettabili. Da qualche mese i lavoratori hanno perso via via la posizione conquistata e sono stati costretti a scioperi a singhiozzo, ma a quanto pare il trend negativo prosegue e noi intendiamo intervenire affinché si trovi una degna soluzione. Il partito di Giorgia Meloni rimane vicino aziende, ma sempre nel rispetto dei diritti dei lavoratori, questa politica delle multinazionali così ben vista dalla Ue continua a mostrare che le piccole e medie aziende (nonostante le difficoltà) restano generalmente le più corrette su queste tematiche”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter