Menu
RSS

Storie di emigrazione: Isaac, dal Ghana alla Misericordia

isaacSeneca qualche migliaio di anni fa scriveva che Lieve è il dolore che parla, il grande è muto. Forse aveva conosciuto persone come Isaac, timidissimo e riservato 26enne del Ghana che vive a Capannori da poco più di un anno.
La sua storia non si sa bene dove iniziare a raccontarla. La sua era una vita semplice: viveva in una grande città, Takoradi, insieme ai genitori e ai suoi sette fratelli. A scuola andava piuttosto bene, soprattutto in inglese che era la sua materia preferita, aveva la patente, gli amici, e da qualche tempo aveva anche trovato lavoro “in una grande azienda di oro”, come dice lui, dove il suo compito era quello di controllare che nessuno lo rubasse. Il Ghana, di fatti, è il secondo produttore d’oro di tutta l’Africa, uno dei tanti stati della "gold coast". Ma si sa: di tutta quella ricchezza alla popolazione locale arriva ben poco, a volte niente. Infatti quel lavoro per Isaac è durato pochi mesi e si è ritrovato di nuovo senza occupazione, con a casa tanti fratelli piccoli da sfamare, da vestire e da mandare a scuola.

Leggi tutto...

Truffa con falsa dipendente Comune, allarme da Porcari

  • Pubblicato in Cronaca

comune di porcariUna fantomatica dipendente del Comune di Porcari - che si qualifica come una certa Paola o anche con altri nomi, senza però fornire ulteriori elementi - sta contattando telefonicamente in queste ore diversi cittadini a cui rivolge una serie di domande per fissare improbabili appuntamenti nella sede comunale. Forse, per costringere l’interlocutore a lasciare incustodita la propria abitazione per poi mettere a segno un furto. Si tratta evidentemente di una truffa, di cui è già stata informata la polizia municipale.

Leggi tutto...

Trovati i pantaloni dell'uomo trovato morto sul Sumbra

  • Pubblicato in Cronaca

soccorso alpinoPotrebbe esserci una svolta per la ricerca dell'identità del cadavere dell'escursionista il cui cadavere è stato trovato giovedì pomeriggio (27 luglio) ai piedi di un dirupo alla Cresta delle Comarelle, sul monte Sumbra, nel comune di Careggine. A portarla le ricerche effettuate nella giornata di oggi, anche con l'ausilio di un drone, dal Soccorso Alpino e Speleologico Toscano. Su una cresta del monte, infatti, le telecamere del piccolo apparecchio ha individuato un paio di pantaloni, proprio a 50 metri dal luogo in cui è stato rinvenuto il corpo dell'uomo. Del rinvenimento sono stati anche avvertiti i carabinieri, che seguono le indagini sull'episodio. Nelle prossime ore, con tutta probabilità domani, si procederà al recupero dell'indumento, con la speranza di trovare all'interno i documenti che permettano l'identificazione dell'uomo. Il corpo, infatti, è stato ritrovato con addosso solo la maglietta e nessun segno di riconoscimento che potesse ricondurre al nome e cognome della vittima.
Inoltre, l'avanzato stato di decomposizione e la permanenza all'esterno della salma ha reso molto difficile per gli investigatori ogni altro tipo di accertamento (Leggi).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter