Menu
RSS

In cella per violenza sessuale su una minorenne

  • Pubblicato in Cronaca

aulatribunaleResta in carcere il giovane di 34 anni accusato di violenza sessuale nei confronti di una minorenne. Un episodio grave, che si era verificato nei giorni scorsi in Versilia e che ha visto i carabinieri impegnati in un'indagine lampo, che ha portato all'arresto di Mohamed Jarmouni, in Italia senza permesso di soggiorno.
Stamani (14 agosto) al tribunale di Lucca si è svolta la convalida del fermo di indiziato, operato giovedì scorso dai carabinieri della compagnia di Viareggio. Il giudice ha disposto nei suoi confronti la misura di custodia cautelare in carcere in attesa delle prossime udienze.

Leggi tutto...

Omicidio Iacconi, altre due condanne

  • Pubblicato in Cronaca

iacconiArrivano due nuove condanne per l'omicidio di Manuele Iacconi, pestato a sangue la notte di Halloween di due anni fa in Darsena a Viareggio e morto un mese dopo all'ospedale di Livorno. Questa mattina (5 luglio) il gup Antonia Aracri ha condannato, in rito abbreviato, Alessio Fialdini a 18 anni e Federico Bianchi a 15 anni e otto mesi. Entrambi erano alla sbarra con l'accusa di omicidio volontario di Iacconi, tentato omicidio e lesioni all'amico che si trovava in auto con la vittima, quando il gruppetto di giovani (altri due all'epoca minorenni e già condannati a 12 anni), lo assalirono e, secondo l'accusa, lo presero a colpi di casco.

Leggi tutto...

Poco personale, uffici del giudice di pace nel caos

IMG 4464“Gli uffici del Giudice di pace sono al collasso”: è il grido d’allarme che si leva oggi (29 giugno), ad opera del personale del palazzo di via Carrara. Una situazione già difficile, quella descritta, divenuta insostenibile a causa di una riduzione dell’organico ai minimi termini (dai 13 agli 8 operatori attuali) che minaccia di mandare in corto circuito i processi. “Avevamo già fatto le nostre rimostranze - spiegano in coro gli addetti - senza che nessuno ci rispondesse. Malgrado le grandi difficoltà ed i carichi di lavoro sempre più insostenibili, siamo andati avanti, anche senza un assistente giudiziario in malattia da febbraio. Dal 26 giugno, però, hanno deciso di trasferire un’altra assistente a Prato e, da lì, siamo sprofondati nel caos”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter