Menu
RSS

Concorso scalo merci, Mammini 'invita' i professionisti

serena1Il bando di concorso per la riqualificazione dell'ex scalo merci ferroviario di Lucca, rivolto a gruppi di progettisti con almeno un professionista under 35, è stato pubblicato ieri (20 luglio) sul sito apposito (per approfondire, leggi: Scalo merci, c'è il bando: due mesi per inviare idee). Interviene così Serena Mammini, assessore all'urbanistica del Comune di Lucca: "Invito da subito i professionisti del territorio a partecipare, ad entrare in contatto diretto con l'area dell'ex scalo merci, per poterne cogliere al meglio le potenzialità date anche dalla vicinanza con il tempietto del Nottolini di San Concordio che si innesta visivamente con gli spalti delle Mura. Avanti quindi anche con un po' di immaginazione, per creare quei servizi e quelle connessioni tanto necessarie per la città".

Leggi tutto...

Ex scalo merci, concorso idee per architetti under 35

Scalo merci ferroviarioAmbito degradato e defunzionalizzato destinato ad azioni di riqualificazione e rigenerazione urbana: è così che il nuovo piano strutturale del Comune di Lucca definisce l'area dell'ex scalo merci ferroviario, prevedendo obiettivi specifici che il piano operativo dovrà soddisfare. Una cornice di programmazione urbanistica che ha già fatto valere il suo peso convincendo la giuria del bando aperto dal Mibact e dal Consiglio nazionale degli architetti a premiare la proposta di Lucca, risultata tra le dieci vincitrici su circa sessanta partecipanti su scala nazionale. E così per l'area dell'ex scalo merci, a partire da giovedì (20 luglio) si aprirà un concorso di idee (pubblicato sul sito www.concorsiawn.it) rivolto a gruppi di progettazione composti da giovani under 35.

Leggi tutto...

Edilizia e urbanistica, ok ai regolamenti per la sicurezza di Massarosa

massarosacomuneApprovati nell’ultima seduta del consiglio comunale di Massarosa due regolamenti che hanno come obiettivi quello di semplificare e rendere meno onerosa l’edificazione e quello di creare le condizioni per mettere in sicurezza il territorio.
“Il primo – dichiara il vice sindaco e assessore all’edilizia ed urbanistica Damasco Rosi – è il 'regolamento per la monetizzazione delle aree per standards urbanistici' con il quale si cerca di rendere meno onerosa la monetizzazione delle aree previste nelle tipologie di intervento Bb nel caso in cui queste, previo parere dell’amministrazione comunale, non vengano date in cessione all’ente per la realizzazione di parcheggi o aree a verde. La monetizzazione non seguirà strettamente la grandezza ed il valore della superficie, cosa che avrebbe creato anche delle possibili disparità, ma verrà calcolata in base al numero di unità immobiliari e della superficie realizzata: una unità di 100 metri quadri o due unità di 200 metri quadri complessivi per un valore di 4mila euro nel primo caso e di 8 mila euro nel secondo. Un meccanismo anche questo per fare in modo che il peso economico in carico ai privati che vogliono costruire casa sia meno gravoso e che si creino le condizioni per ridare impulso all’edilizia e all’indotto, oltre agli altri strumenti già approvati”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter