Menu
RSS

Incendio in palazzina, evacuato condominio

Vigili del fuoco notteUn incendio è stato provocato in un appartamento dal corto circuito ad un quadro elettrico in un condominio nel centro di Viareggio. I vigili del fuoco intervenuti sul posto hanno evacuato per precauzione gli abitanti che si trovavano negli appartamenti fino a quando non sono state spente le fiamme. L'incendio ha provocato l'interruzione di energia elettrica oltre che nel condominio anche in altre abitazioni vicine ma non ci sono stati feriti.

Leggi tutto...

Due migranti trovati morti in un agriturismo

agriturismo esterno1Due giovani uomini trovati morti in camera in una struttura per migranti. E' successo a Retignano, all'agriturismo le Poiane, in Alta Versilia, dove i due cadaveri, di presunta nazionalità nigeriana, sono stati scoperti da alcuni connazionali ospiti della struttura. I due, un 21enne e un 23enne, erano in camera, esanimi, sopra un letto a castello e la morte risalirebbe a questa mattina o a stanotte.
Sul posto, per chiarire la dinamica dell'evento, anche i carabinieri. Sui corpi di entrambi i migranti non sono state comunque trovate tracce evidenti di violenze o ferite, che hanno subito fatto escludere una causa traumatica per spiegare la loro morte. Morte che al momento resta un mistero.

Leggi tutto...

Tribunale di Lucca, scioperano i giudici onorari

tribunaleI giudici onorari incrociano le braccia per protesta al tribunale di Lucca. E il Movimento 5 Stelle attacca il Partito Democratico, difendendo le motivazioni della protesta.
“36 processi saltati nel solo tribunale penale di Lucca, significano un disservizio al cittadino - commentano i consiglieri regionali M5S e il vicepresidente della commissione giustizia della camera Alfonso Bonafede, in relazione allo sciopero dei giudici onorari -. I cittadini però sappiano che i giudici onorari (Gdp, Got e Vpo) sono stati sfruttati a cottimo e adesso qualcuno vorrebbe metterli da parte".

Leggi tutto...

Caccia ai tre detenuti fuggiti da Sollicciano

01Sono ricercati in lungo e in largo: le loro foto segnaletiche sono in possesso di tutte le forze dell’ordine sul territorio nazionale. I tre detenuti fuggiti ieri sera (20 febbraio) dal carcere di Sollicciano, a Firenze (Leggi), sono ricercati speciali: due di essi sono membri di una banda di ladri specializzati nelle spaccate in negozi e centri commerciali, arrestati dai carabinieri di Lucca il 7 febbraio scorso. Dopo aver fatto un buco nella cella si sono calati nel cortile al di sotto con un lenzuolo e hanno scavalcato il muro di cinta. Tra le ipotesi, quella che i malviventi, siano fuggiti a bordo di un'auto guidata da un complice che potrebbe averli attesi fuori.

Leggi tutto...

Ladri tentano di sfondare la porta con anziana in casa

carabinierinottecontrolliEra in casa da sola e stava guardando la tv quando ha udito dei forti rumori alla porta. Erano i ladri che stavano sfondando l’ingresso di casa con l’intenzione di fare irruzione e sorprenderla. Sono stati attimi di puro terrore per una pensionata di circa 80 anni di Tassignano, la cui prontezza è riuscita ad evitare il peggio. I ladri, una volta che si sono accorti della sua presenza in casa, hanno abbandonato l’impresa e si sono allontanati nei campi limitrofi, mentre l’anziana dava l’allarme ai carabinieri.

Leggi tutto...

Ladri dei negozi fuggono dal carcere di Sollicciano

bandaspaccateSi sono calati dalla cella del carcere di Sollicciano con delle lenzuola e sono riusciti ad evadere e a far perdere le loro tracce. Sembra la scena di un vecchio film poliziesco, ma è, invece, il copione della clamorosa fuga di tre detenuti, due dei quali componenti della banda delle spaccate in negozi e centri commerciali, arrestati il 7 febbraio scorso dai carabinieri di Lucca, nel corso di una operazione in collaborazione con i militari di Firenze.
L'evasione è avvenuta intorno alle 19 di stasera (20 febbraio): i reclusi hanno fatto un buco nella cella della prima sezione calandosi poi con il lenzuolo nel cortile dell'ora d'aria al di sotta e da qui hanno scavalcato il muro di cinta. Un "colpo" da professionisti: i tre ora sono ricercati ovunque. E' probabile che ci fosse qualcuno ad attenderli e che si siano allontanati in auto. Ad accorgersi che i tre non erano più nella loro cella sono stati gli agenti durante il controllo, probabilmente circa mezzora dopo la fuga. Troppo tardi.

Leggi tutto...

Fuori pericolo il bambino caduto con lo slittino

elisoccorsoluccaE’ fuori pericolo il bambino di due anni e mezzo, figlio di genitori originari di Camaiore ma abitante con loro a Cascina, rimasto ferito in un incidente avvenuto ieri (19 febbraio) all’Abetone. Il piccolo, trasportato all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, è stato ricoverato per un politrauma ma non è in prognosi riservata. Sarà dimesso nei prossimi giorni.
L’incidente è avvenuto in località La Selletta mentre il bambino si trovava sullo slittino. Il piccolo è uscito fuori dalla pista per circa 150 metri e si è procurato vari traumi. Per il soccorso era intervenuta la stazione Appennino Toscano del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano, che lo aveva raggiunto e trasportato risalendo il pendio per circa 200 metri fino al luogo dove era atterrato per un trasporto urgente al Meyer di Firenze l'elicottero Pegaso 3.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter