Menu
RSS

In 17 finiscono nei guai per i bancomat clonati

Carabinieri Nucleo Radiomobile Messina-744022Diciassette persone denunciate per frode informatica e ricettazione nell'ambito di una indagine dei carabinieri di Lucca sulla clonazione di 20 carte di credito intestate a clienti lucchesi della filiale del Monte dei Paschi di Siena di viale Castracani. Sono i titolari di carte ricaricabili su cui sarebbe transitato il denaro dei bancomat clonati allo sportello dell'istituto bancario, attraverso un dispositivo skimmer in grado di carpire codici e pin delle carte e che era stato inserito nell'erogatore della banca tra il 5 e l’8 aprile di un anno fa.

Leggi tutto...

Sparisce un quadro del 500, denunciato antiquario

carabiniericontrolliluccacUn'opera d'arte dell'artista Michele Ciampanti, attivo a Lucca fra la fine del 400 e l'inizio del 500 è scomparsa nel nulla, dopo che la ricca proprietaria, una anziana lucchese di 88 anni, lo aveva affidato ad un antiquario che vive in città per venderlo. Una Madonna con Bambino di un valore approssimativo non inferiore ai 100mila euro che l'antiquario, un uomo di 65 anni, di Lucca, sostiene di aver venduto a circa 15mila euro, per pagare un debito con Equitalia. Una vicenda che ha dell'incredibile e ancora tutta da chiarire, visto che la proprietaria ha presentato denuncia ai carabinieri di Borgo Giannotti. L'antiquario è indagato per appropriazione indebita, ma ci sono ancora molti punti da chiarire per ricostruire come sono andati i fatti.

Leggi tutto...

Maxifurto all'Oleificio Rocchi: via 300 quintali d'olio

di Roberto Salotti
furtooleificiorocchiUn furto programmato nei minimi dettagli. Forse da giorni. Non erano soldi quelli che cercavano i ladri, ma un “oro” liquido, di cui è ricca la Lucchesia: l'olio. Il colpo messo a segno nella notte all'Oleificio Rocchi di Sant'Alessio ha fruttato ad una banda di professionisti quasi 100mila euro. Equivalenti a circa 300 quintali di olio, quelli cioè aspirati da un silos all'interno dell'azienda, fino ad una cisterna piazzata sull'argine del fiume, in corrispondenza della passerella pedonale sul Serchio. Con un tubo di oltre 200 metri, posizionato sull'argine e nascosto con foglie e erba, hanno rubato l'olio pompandolo con una facilità che lascia sbigottiti perfino i titolari che sono convinti che i ladri abbiano utilizzato macchinari del mestiere. E’ questo il sospetto maturato subito dopo la scoperta del colpo, questa mattina (28 maggio) attorno alle 7,30 quando i primi dipendenti sono arrivati al lavoro.

Leggi tutto...

Ruba utensili al Mercatone, denunciato 76enne

poliziavolanteRuba due chiavi inglesi, del valore di 18 euro al Mercatone Uno. Ma viene scoperto e confessa anche una serie di furti portati a termine anche in passato. E' una brutta storia di povertà quella emersa ieri dai controlli delle Volanti, chiamate dai titolari del negozio di Sant'Anna dopo che i dipendenti avevano scoperto il signore di 76 anni asportare da una confezione di utensili le due chiavi inglesi. Gli agenti hanno atteso che oltrepassasse le casse ed hanno controllato. L'uomo, alla vista dei poliziotti ha subito capito di essere stato scoperto ed ha immediatamente consegnato gli oggetti rubati del valore complessivo di 18 euro. Personale del Mercatone ha riferito di voler procedere nei confronti dell’uomo poiché già in altre occasioni avevano avuto la sensazione che avesse asportato qualcosa ma, considerata l’età, avevano lasciato correre. In effetti il ladro ha confessato che nel periodo natalizio si era impossessato di due statuine del presepe di modico valore.
Da ulteriori accertamenti è emerso che di recente il settantaseienne è stato denunciato in stato di libertà per il furto di quattro cd in un altro negozio di Lucca. Dopo l’ulteriore denuncia in stato è al vaglio della Questura l’emissione di una eventuale misura di prevenzione.

Leggi tutto...

Camion si intraversa in strada, traffico in tilt su Lodovica

camionvTraffico caos e un ferito grave in un incidente avvenuto questa mattina (28 maggio) sulla strada provinciale Lodovica, all'altezza del Ponte di Rivangaio, nel comune di Borgo a Mozzano. Un camionista di 59 anni, residente a Monsummano, alla guida di un autoarticolato ha perso il controllo del mezzo pesante andando a sbattere contro un muretto che delimita la strada e intraversandosi con il camion, occupando tutta la carreggiata. Dalle 5 di questa mattina il traffico in zona è paralizzato, perché la strada è stata chiusa per consentire l'intervento dei soccorsi e la rimozione del mezzo pesante. Sul posto i carabinieri e la polizia provinciale di Lucca si sono occupati dei rilievi dell'incidente, mentre un'ambulanza ha trasportato il ferito al pronto soccorso dell'ospedale San Luca con codice rosso. Non sarebbe fortunatamente in pericolo di vita.

Leggi tutto...

Restano in cella dopo il furto alla Mazzoni Tubi

Schermata 05-2456805 alle 18.17.31Restano in carcere i due uomini arrestati l'altra notte dai carabinieri con l'accusa di furto aggravato, dopo essere stati sorpresi da una commessa del bar Dolcevita di Lunata che ha dato l'allarme nel cuore della notte (Leggi). Comparsi di fronte al giudice, il loro arresto è stato convalidato e il processo rinviato al prossimo 10 giugno. Contestualmente, è stata firmata un'ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere in attesa delle decisioni nella prossima udienza. In manette erano finiti Adrian Ionut Sicrea, 28 anni, e Emil Gheorghe, di 54 anni, entrambi rumeni e residenti nello stesso appartamento a Firenze. Secondo l'accusa, poco prima di tentare di introdursi nel bar, facendo un buco nella parete esterna, avevano svaligiato l'azienda Mazzoni Tubi, che si trova di fronte al bar preso di mira. Armati di mazze e di un gigantesco piede di porco hanno fatto irruzione nell'attività, in cui - sempre nel cuore della notte - sono riusciti ad introdursi portando via circa 10 quintali di tubi di ferro, caricandoli all'interno del furgone che poi è stato sequestrato dai militari.

Leggi tutto...

Svaligiano tre case mentre i proprietari dormono

di Roberto Salotti
carabinierisopralluogofestateUn pugno di case, molte delle quali restano disabitate fino all'estate, di proprietà spesso di famiglie che vivono all'estero. Eppure a Loppeglia, piccolo paesino nel comune di Pescaglia, una banda di ladri riesce a svaligiare tre case nella notte, a poca distanza l'una dall'altra senza che nessuno se ne accorga. Compresi i proprietari delle abitazioni, che stavano dormendo nelle loro camere quando la banda ha fatto irruzione nella notte tra giovedì e venerdì scorsi. Nelle tre case coloniche, i malviventi hanno frugato ovunque, incuranti del rischio che stavano correndo: ai malcapitati inquilini sono riusciti a rubare perfino i portafogli dai pantaloni lasciati vicino al letto. Silenziosi come dei felini, i malviventi hanno ripulito anche i cassetti di soldi e qualche gioiello, dileguandosi senza lasciare traccia. A parte i segni di effrazione alle porte e alle finestre.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter