Menu
RSS

Furto sventato in casa del giudice, i ringraziamenti in Questura

leonecracoviagiudicemondiniQuesta mattina il dottor Antonio Mondini, giudice del tribunale di Lucca, insieme al padre, ha fatto visita a Claudio Cracovia, questore di Lucca, per ringraziare gli agenti della polizia di stato che sono intervenuti in occasione del furto nella sua abitazione. Mondini ha esaltato, oltre alla tempestività di intervento, le qualità professionali ed umane evidenziate dagli operatori della Squadra Volante. Il questore ha ringraziato a sua volta il dottor Mondini per l’attestazione di stima, sottolineando la soddisfazione di riuscire ad infondere sicurezza nelle persone ed esserci quando il cittadino ha bisogno.

Leggi tutto...

Minacce e botte a compagno e figlio, poi sparisce col Suv

polizia 1 original-2Giovane, bella, ma anche molto furba. Una donna di 36 anni, di origini nordafricane, è finita di nuovo nei guai per aver truffato un piccolo imprenditore di San Concordio, del quale si era finta invaghita. Andata a vivere con lui nella sua villa nel cuore del quartiere, era subito diventata aggressiva, minacciandolo di morte con un coltello e picchiando il figlio dell'uomo, in un caso spedito al pronto soccorso dopo essere stato colpito dalla donna con un matterello, riportando una prognosi di 7 giorni. L'imprenditore però, ancora innamorato della donna, se l'è tenuta in casa. Non solo. Si è lasciato convincere a comprarle un Suv e a intestarlo alla donna. Lei lo ha convinto che lo avrebbe rivenduto nel suo paese d'origine con un guadagno pari al 50% del costo, perché, come privata, avrebbe evitato i costi doganali. L'uomo si è fidato ma ha fatto comunque firmare alla donna una scrittura privata con la quale si sarebbe dovuto garantire la somma pari al costo della vettura e alla metà del guadagno previsto.

Leggi tutto...

Frattura costole alla convivente dopo lo sballo: denunciato

poliziavolantePicchia la convivente e le frattura due costole. Almeno così pensano gli investigatori della Squadra Mobile di Lucca che sono intervenuti su un caso che si è verificato a San Vito e che ha portato la sezione reati contro la persona della Mobile a denunciare per lesioni personali un 32enne.
Tutto nasce dall'accesso al pronro soccorso richiesto dalla convivente dell'uomo che lamentava un acuto dolore al costato. Sottoposta a radiografia, i sanitari hanno riscontato la frattura di due costole e l’hanno refertata con prognosi iniziale di 25 giorni, attivando la procedura prevista dal codice rosa a tutela delle fasce deboli vittime di violenza. La donna ha dichiarato di essere stata picchiata con foga dal convivente, che non sarebbe nuovo ad episodi del genere tanto da essere già stato denunciato dalla Squadra Mobile perché violento tra le mura domestiche. E' emerso, poi, che entrambi avevano assunto stupefacente e dunque erano su di giri. Convocato, l’uomo ha confermato l’assunzione  di stupefacenti, ma ha imputato la frattura lamentata dalla donna come conseguenza di una caduta dovuta al suo intontimento. La versione fornita dall’uomo non ha convinto e, visti anche i precedenti episodi, è stato segnalato alla Procura.

Leggi tutto...

Staccano la corrente alla vicina troppo rumorosa

Polizia-300x261Hanno minacciato la vicina di casa originaria del Nord Europa, perché troppo rumorosa, e non contenti le hanno staccato la corrente abbassando la leva del contatore esterno di casa sua; le hanno attaccato un cartello dove la invitavano senza tanti preamboli a fare ritorno al proprio paese.  I poliziotti intervenuti hanno calmato gli animi, intimato di ripristinare la corrente alla malcapitata (che per paura si era asserragliata in casa in attesa della Polizia), fotografato il cartello e identificato le parti. La donna è stata invitata in Questura e la Squadra Mobile, dopo aver raccolto la denuncia ove sono state compendiate diverse angherie subite, ha avviato le indagini, sentendo alcuni vicini che hanno in buona parte confermato i fatti. Al termine della vicenda la coppia è stata denunciata per violenza privata, ingiurie e minacce.

Leggi tutto...

Tentato furto a autolavaggio, due nei guai

poliziavolanteE’ stato individuato e denunciato dalla squadra mobile di Lucca il complice di una donna di 31 anni, che era stata accusato di aver tentato di scassinare la cassa di un autolavaggio di Capannori. Si tratta di un giovane di 26 anni, di origini rumene, residente nel Lazio. I due erano stati costretti a fuggire a causa del sopraggiungere di un cliente insieme al gestore dell'autolavaggio che era riuscito, attraverso le foto che gli avevano mostrato gli agenti, a riconoscere con certezza soltanto la donna. Gli investigatori della squadra mobile di Lucca, però, non si erano dati per vinti.  La banca dati nazionale della Polizia aveva nei giorni successivi fornito un elemento investigativo significativo: i due erano stati arrestati dalla Polizia di Bolzano per una analogo episodio delittuoso.

Leggi tutto...

Forano una parete del bar per rubare: messi in fuga

Schermata 07-2456848 alle 13.16.44Hanno forato la parete del bar dopo aver rimosso una grata e essersi calati nel locale attiguo. La banda del “buco” è tornata in azione questa notte (9 luglio) prendendo di mira il bar Eurocaffetteria di viale Puccini a Sant'Anna. I malviventi però sono stati messi in fuga prima che potessero rubare i soldi delle macchinette dalle volanti della polizia, avvertita da un abitante della zona, svegliato dai rumori nel cuore della notte.
L'allarme è stato dato attorno alle 3,40. Un signore che vive nella vicinanze ha sentito dei rumori provenire dal locale. Pensando che potesse trattarsi di un furto non ha esitato e ha chiamato il 113. Le volanti sono arrivate a sirene spiegate, con l'obiettivo di allontanare i ladri, pensando che si trattasse di un furto in abitazione. Invece i malviventi erano all'opera all'interno del bar. Secondo gli investigatori, l'obiettivo erano le macchinette videopoker.

Leggi tutto...

Scopre le foto della moglie sul calendario sexy

carabinieriindaginiarrestiLe fotografie della moglie senza veli sono finite in un calendario sexy andato a ruba nelle officine meccaniche di Lucca e di mezza Toscana: immagini che ritraggono l'avvenente signora in pose hard. Tutto all'insaputa del marito, che ha scoperto tutto per caso. Una storia che ha dell'incredibile e che forse la si immagina degna soltanto di alcuni film di genere erotico. Eppure, è accaduto davvero a Lucca: il marito geloso, chiaramente arrabbiato per aver visto le foto intime della moglie appese ad una parete di un'officina meccanica, se l'è presa con il titolare, insinuando che fosse tutta opera sua. E i due hanno rischiato anche di venire alle mani, mentre i colleghi presenti, pur di evitare il peggio, hanno chiamato sul posto i carabinieri di Borgo Giannotti.
L'episodio risale a circa 20 giorni fa, ma è stato reso noto soltanto oggi. Del resto, la situazione si è subito ricomposta all'arrivo dei militari e al momento non è stata sporta alcuna denuncia. Dalle indagini svolte dai carabinieri, tuttavia, sono emersi dettagli piccanti di quello che è avvenuto.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter