Menu
RSS

Capitaneria, 49 salvataggi. Raffica di denunce

capitaneriaSi è da pochi giorni chiuso il 2016 e la Capitaneria di porto di Viareggio e l’ufficio locale marittimo dipendente di Forte dei Marmi tirano le somme di un anno sicuramente intenso dal punto di vista tecnico, amministrativo ed operativo, concluso in maniera soddisfacente per i 71 militari ed un impiegato civile quotidianamente impegnati per la sicurezza in mare e la tutela dell’ambiente marino lungo le coste della Versilia e nell’entroterra delle province di Lucca e Pistoia. Degna di nota è stata senza dubbio l’attività a favore della salvaguardia della vita umana in mare, coordinata per i profili operativi dalla direzione marittima della Toscana: l’anno 2016 ha registrato nelle acque della Versilia 31 interventi delle motovedette, in assistenza a 49 persone e 21 unità navali. Tra le operazioni di salvataggio andate a buon fine, la più difficile è stata certamente quella che, a fine aprile, ha visto come protagonista uno skipper francese di 68 anni, ferito ed in procinto di naufragare con la propria imbarcazione a vela nelle acque antistanti il porto di Viareggio.


Per il resto, non si sono registrati incidenti rilevanti, anche grazie alla capillare attività di sensibilizzazione, prevenzione ed educazione svolta nelle scuole, presso circoli nautici e velici, attraverso convegni e tavoli tecnici organizzati in collaborazione con servizio 118, agenzie nautiche e varie associazioni di categoria (in particolare balneari e cooperative della pesca). Nel corso dell’anno sono stati incontrati oltre 800 studenti di varie età, mediante conferenze presso gli istituti scolastici e nei locali della Capitaneria di porto, progetti di alternanza scuola - lavoro e campi giovani estivi.
Fondamentale è risultata, inoltre, l’ottima sinergia con l’autorità portuale regionale, le amministrazioni civiche, i vigili del fuoco e tutte le forze dell’ordine e di polizia locali, sotto il costante coordinamento delle Prefetture di Lucca e Pistoia.
Oltre al soccorso in mare, il 2016 ha visto gli uffici tecnici della Guardia Costiera disciplinare, per i profili di sicurezza della navigazione, numerose attività marittime e portuali, nonché vari eventi e manifestazioni sportive che hanno interessato il litorale versiliese: nel complesso, sono state emesse 202 ordinanze e rilasciate 247 autorizzazioni. Di seguito altri dati di interesse, che testimoniano la mole di lavoro svolta: sono state rilasciate 90 licenze di navigazione e 244 certificazioni di sicurezza del diporto, sono state iscritte 31 nuove unità nei registri navali del compartimento di Viareggio. 277 sono stati i certificati Imo rilasciati o rinnovati ai marittimi locali per poter lavorare. Infine, 637 sono state le patenti nautiche rilasciate, rinnovate o convalidate, con 133 esami gestiti (81 i candidati risultati idonei).
Dopo un complesso ed articolato iter istruttorio, a novembre 2016 è stato adottato il 'piano di security' del porto di Viareggio per l’accosto in rada delle navi da crociera e lo sbarco di passeggeri tramite servizio di tenderaggio; nel mese di dicembre, inoltre, si è avviato il procedimento per l’individuazione del nuovo pratico locale del porto tramite specifico bando.
Da evidenziare, inoltre, i numerosi controlli demaniali, ambientali ed antinquinamento, le visite ispettive alle navi di bandiera nazionale ed estera, i controlli al naviglio da diporto con il rilascio dei bollini blu ai diportisti in regola, la vigilanza estiva sulle attività balneari e sul rispetto della fascia costiera riservata alla balneazione, le attività di monitoraggio di tutta la filiera della pesca (pescherecci, mercati ittici, centri di distribuzione, pescherie, venditori ambulanti e ristoranti), con particolare attenzione a tracciabilità, etichettatura, modalità di conservazione e taglie minime del pescato.
A fronte dei 9895 controlli effettuati nei vari settori sopra elencati, non sono mancate le sanzioni: 31 notizie di reato elevate, 1351 illeciti amministrativi contestati (comprensivi delle infrazioni in materia di circolazione stradale in ambito portuale), 70 sequestri (tra i quali 477 chili di prodotti ittici), con sanzioni amministrative per oltre 285mila euro.
Da ricordare, infine, le due significative cerimonie organizzate nel 2016 in stretta collaborazione con la marineria di Viareggio, ovvero la ricorrenza del decennale della nascita del Museo della marineria, con la partecipazione della banda dipartimentale della Marina Militare di La Spezia, e l’inaugurazione del 'dolium' vinario di epoca romana rinvenuto nelle acque della Versilia, restaurato e da fine dicembre esposto al pubblico presso la sede centrale di via Oberdan.
“Tutte queste attività – sottolinea il comandante Davide Oddone – ci rendono orgogliosi del lavoro svolto nell’anno appena trascorso e, soprattutto, ci stimolano a continuare sulla strada intrapresa: con lo stesso impegno e la stessa professionalità, anche per il 2017 gli uffici della Guardia Costiera di Viareggio e Forte dei Marmi sapranno porsi come lo ‘sportello unico del mare’, al servizio dei cittadini e di tutta l’utenza marittima per lo sviluppo sicuro e produttivo del porto di Viareggio e della Versilia”.

Ultima modifica ilMercoledì, 11 Gennaio 2017 18:06

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter