Menu
RSS

“Le spie mi vogliono morta”: fugge e non paga il conto

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
IMG 4458Una signora distinta, dall'aspetto mansueto e perbene. Con una certa educazione ha sorriso alle cameriere entrando nel ristorante e chiedendo un tavolo dove sedersi e consumare il pasto. Ma quell'espressione composta e quasi piacevole, è sparita d'un tratto quando si è trattato di pagare il conto. "Scusatemi tanto, ma la borsa con tutti i soldi e i documenti mi è stata sequestrata dall'intelligence, adesso devo andarmene perché mi seguono le spie: mi vogliono morta e io non voglio morire".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter