Menu
RSS

Morto l'ultimo reduce della battaglia di El Alamein

  • Pubblicato in Cronaca

masiSi è serenamente spento alle 12,30 di ieri (25 marzo) Luciano Masi, presidente onorario della sezione di Lucca dell’associazione nazionale paracadutisti d’Italia (Anpdi), stretto dall’affetto dei suoi due figli Giorgio e Mauro, dei nipoti Tiziano e Silvia e di tutti i paracadutisti lucchesi che gli sono rimasti vicini fino in fondo.
Nato a Pontedera il 12 settembre 1922, era stato chiamato alle armi nel gennaio del 1942 e fece immediatamente domanda per essere ammesso alla regia scuola di paracadutismo di Tarquinia dove effettuò il suo primo lancio l’8 giugno del 1942. Inserito nei ranghi della costituita Divisione Folgore ed assegnato al 185° reparto trasporti divisionali, nel luglio dello stesso anno fu inviato in Libia e quindi in Egitto nella base di El Daba da dove giornalmente trasportava i rifornimenti ai battaglioni schierati sulla linea di El Alamein.

Leggi tutto...

Trovato cadavere dentro l'auto

  • Pubblicato in Cronaca

ambulanzacrocerossaA dare l'allarme sono stati alcuni passanti che lo hanno visto nell'auto con la testa riversa e privo di sensi: purtroppo per quell'uomo, Vittorio Alino Bini, 59enne di Cocciglia, non c'è stato niente da fare. Era morto già da qualche ora, seduto al posto del guidatore della sua vettura parcheggiata in piazza  nella piccola frazione del comune di Bagni di Lucca. L'allarme è stato dato questa mattina (25 marzo) attorno alle 9,30: la centrale operativa del 118 ha inviato sul posto un'ambulanza e ha allertato anche l'elicottero Pegaso per raggiungere nel più breve tempo possibile il punto dove si trovava l'uomo, ma l'eliambulanza è stata fatta poi rientrare quando i sanitari dell'ambulanza, arrivati sul posto, si sono resi conto che l'uomo era morto già da qualche ora.

Leggi tutto...

Morti nel fiume, trovato il corpo del disperso

  • Pubblicato in Cronaca

IMG 1715E' stato trovato anche il corpo del disperso del fiume Serchio che si trovava a bordo della Passat finita in acqua ieri dopo aver abbattuto il parapetto del ponte di Ripafratta (Articolo e foto). Il cadavere è stato individuato dall'elicottero dei vigili del fuoco di Arezzo che stava sorvolando il corso del fiume alla ricerca del terzo occupante dell'auto. Gli altri due erano stati recuperati privi di vita ieri dai sommozzatori dei vigili del fuoco, intervenuti di primo mattino a Ripafratta, dopo la segnalazione della polizia municipale. I tre stavano rientrando a casa (due dei tre vivevano a poche decine di metri dal luogo della tragedia) quando per cause in corso di accertamento chi guidava ha perso il controllo del mezzo andandosi a schiantare contro il parapetto del ponte che ha ceduto, facendo precipitare l'auto nel fiume.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter