Menu
RSS

'Gabriele libero', striscioni alle finestre a Lucca

IMG 9336Striscioni alle finestre dei palazzi della città per chiedere alla Turchia la liberazione di Gabriele Del Grande, lo scrittore e documentarista fermato dodici giorni fa e non ancora rilasciato dalle autorità, mentre si trovava al confine con la Siria per raccogliere materiale per il suo prossimo libro. L'iniziativa è stata lanciata oggi (20 aprile), all'indomani della manifestazione pubblica che ieri pomeriggio si è svolta in piazza San Michele, dalla Caritas diocesana e da altre associazioni pacifiste del territorio.

Leggi tutto...

Sul caso Del Grande anche l'attenzione dell'Ue

  • Pubblicato in Cronaca

IMG 3585Sul caso di Gabriele Del Grande c'è anche l'attenzione dell'Unione Europea. "Ci siamo coordinati con le autorità italiane fin dal primo momento, come facciamo in casi simili in cui la responsabilità principale è dello stato membro. L'Ue, in questo particolare caso, si è attivata per sostenere l'azione dell'ambasciatore italiano ad Ankara, che oltretutto ho sentito nei giorni scorsi, per sostenere l'azione della Farnesina e del governo italiano rispetto alle autorità turche". Lo ha detto Federica Mogherini, Alto rappresentante Ue per la politica estera a Pechino.
"Questo sta già accadendo in modo ma spero produttivo". "Il lavoro che facciamo e che stiamo facendo è di sostenere il lavoro delle autorità italiane rispetto alle autorità turche e accompagnarlo sia localmente che anche a Bruxelles", aggiunge Mogherini, a Pechino per il Settimo Dialogo Strategico Ue-Cina, in merito alla vicenda che coinvolge il giornalista Gabriele Del Grande, trattenuto in Turchia in un centro di detenzione amministrativa a Mugla.

Leggi tutto...

Il padre di Gabriele: grazie per l'affetto

  • Pubblicato in Cronaca

IMG 3581"Per ora sia l'avvocato che il Consolato non sono riusciti a parlare con Gabriele, quindi novità importanti per adesso non ci sono". Così Massimo Del Grande, padre di Gabriele, il blogger fermato dalla polizia turca il 9 aprile scorso perché si trovava in una striscia di territorio al confine con la Siria nel quale è interdetto l'accesso. I genitori di Gabriele  abitano a Panicagliora, un piccolo paese della montagna pistoiese, dove gestiscono un bar-osteria.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter