Menu
RSS

Unieuro alla ricerca di nuovo personale

  • Pubblicato in Lavoro

unieuroUnieuro è oggi il maggiore distributore di elettronica di consumo ed elettrodomestici in Italia, grazie a una rete capillare di 479 negozi su tutto il territorio nazionale tra diretti (203) ed affiliati (276), alla piattaforma digitale unieuro.it e al sito Monclick. L'azienda ha sede a Forlì e dispone di un centro logistico accentrato a Piacenza, conta su uno staff di oltre 4300 dipendenti e ricavi che, per l'esercizio conclusosi il 28 febbraio, hanno superato quota 1,6 miliardi di euro. Questi numeri sono stati possibili anche grazie al personale dell'azienda sempre preparato che aiuta i clienti negli acquisti, o nelle altre attività di back office. Unieuro è attualmente alla ricerca di... continua a leggere

Leggi tutto...

Studiosi Imt premiati da Società italiana di psicofisiologia

premio PapalePer i loro studi che fondono neuroscienze, robotica e architettura, due giovani studiosi della Scuola Imt Alti Studi di Lucca si sono aggiudicati i prestigiosi premi assegnati dalla Società italiana di psicofisiologia (Sipf). Si tratta del ricercatore Andrea Leo, membro dell’unità di ricerca MoMiLab (Molecular mind laboratory) e dello studente Paolo Papale, iscritto al secondo anno del curriculum di neuroscienze cognitive e sociali. Due riconoscimenti che la scuola accoglie con grande soddisfazione, come attestazione del valore della multidisciplinarietà che caratterizza la ricerca a Imt e che confermano la trasversalità delle neuroscienze, improntate al dialogo con gli ambiti di ricerca solo apparentemente più distanti, dall’ingegneria all’economia, dalla robotica ai beni culturali.

Leggi tutto...

Sla, iniziativa di solidarietà in ricordo di Sonia Cecconi

Sonia CecconiLo scorso 23 luglio a Lucca il sorriso di Sonia Cecconi, all’età di 64 anni, si è spento dopo una lunga battaglia contro la sclerosi laterale amiotrofica. Amava cucinare, una passione diventata un lavoro, e nel tempo libero coltivava la sua vocazione artistica, finché non è arrivata la diagnosi della Sla, malattia neurodegenerativa che porta alla paralisi progressiva di tutta la muscolatura volontaria. Vicino a lei, a sostenerla nel suo percorso di malattia, c’erano il marito e i due figli. Oggi sono proprio loro, in particolare la giovane figlia Irene, a voler continuare a ricordare la mamma lanciando un’iniziativa di raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica sulla Sla, in particolare a favore di Fondazione AriSla quale principale organismo in Italia ad occuparsi di promuovere, finanziare e coordinare chi fa ricerca su questa malattia.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
 

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter