Menu
RSS

'La Pecora Nera' cambia nome e lascia il centro

IMG 9760L’atto è firmato. Da oggi l’Anffas e la cooperativa sociale Segni Particolari Nessuno, gestore del ristorante La Pecora Nera di piazza San Francesco non fanno parte della stessa famiglia. La cooperativa, attualmente in liquidazione, e il ristorante, adesso, seguiranno una propria strada, che non sarà più nella sede di piazza San Francesco ma fuori città e con un altro nome. Già, perché il progetto (e il marchio) Pecora Nera, rimangono appannaggio dell’Anffas che li traslocherà al nuovo bar-tavola calda che nascerà nei locali dati in comodato d’uso al Giardino degli Osservanti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. La cooperativa, invece, da cui si sono dimessi tutti i soci che fanno parte di Anffas, a partire dalla presidente Vania Nottoli, proseguirà la sua attività, con gli attuali quattro soci lavoratori, altrove, abbattendo i propri debiti e potendo contare su gran parte delle strutture presenti alla Pecora Nera, donate da Anffas per un totale, fra crediti abbuonati e infrastrutture, di circa 60mila euro.

Leggi tutto...

Pietrasanta, anche la frazione di Crociale è cardioprotetta

Foto Ristorante Alba Rosa Pietrasanta CardioprotettaAnche la frazione del Crociale diventa cardioprotetta. Nella piazza centrale dellafrazione di Pietrasanta sarà posizionato un defibrillatore, finanziato grazie al pranzo di beneficenza organizzato dai residenti della zona con la collaborazione del ristorante Alba Rosa di Forte dei Marmi dell’imprenditore Fabrizio Nicolai. Un evento che ha registrato una partecipazione record, con oltre 50 adesioni e un ricavato di 3.500 euro, fondi che saranno interamente devoluti al Comune di Pietrasanta per l’installazione di una nuova postazione Dae esterna, pronta all’uso in caso di necessità.

Leggi tutto...

Entra nel ristorante e minaccia tutti con una roncola

  • Pubblicato in Cronaca

IMG 1770E' entrato in un ristorante di Viareggio brandendo una mazza da baseball e una roncola contro il titolare, danneggiando poi alcuni tavoli. L'irruzione è avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri (19 marzo) mentre i dipendenti stavano cenando all'interno del locale, poco prima dell'apertura. Sono stati alcuni di loro a chiedere l'aiuto della polizia che con l'utilizzo dello spray al peperoncino, è riuscita ad immobilizzare il 50enne che aveva minacciato pure loro. In manette è finito Giovanni Musso, originario di Genova ma residente a Massarosa: è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata, danneggiamento e porto abusivo di ami. Sono in corso accertamenti per individuare le cause dell’episodio.
L'uomo, processato con rito direttissimo, ha patteggiato 12 mesi di reclusione ed è stato collocato agli arresti domiciliari.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter