Menu
RSS

Rolling Stones sugli spalti, anche Italia Nostra dice no

IMG 9666Anche Italia Nostra si schiera contro il maxiconcerto dei Rolling Stones sugli spali delle Mura di Lucca. "A che serve la Soprintendenza? - dicono dall'associazione ambientalista - L’amministrazione comunale conclude il mandato con un grande concerto sugli spalti delle Mura quegli stessi che da venti anni ospitano i Comics. L’iniziativa ha ottenuto il beneplacito della soprintendenza e per quanto si è letto il favore dello stesso ministro. Come ciò sia stato possibile è difficile intendere poiché la concessa autorizzazione è relativa ad un evento che non tutela né valorizza il bene ma piuttosto lo sottomette ad un utilizzo incompatibile con il suo valore culturale. Dai primi giorni di settembre fino alla fine di novembre infatti un’area sottoposta a vincolo paesaggistico sarà sottratta alla fruizione e alla visibilità dalle imponenti strutture necessarie per i due eventi. Se si considera il tempo occorrente perché si riformi il manto erboso del prato per il recupero integrale della bellezza naturale del luogo si dovrà attendere ancora più a lungo. Sul piano della oggettività l’evento comporta l’alterazione per un tempo significativo di un paesaggio protetto".


"Il soprintendente - prosegue Italia Nostra -  ha assicurato che il mega-concerto si farà questo anno e poi non si farà più perché gli spalti sotto le Mura non possono essere un comune spazio performativo e perché le Mura, per concezione architettonica in primo luogo, non sono uno spazio eventi per i quali ci sono i teatri e gli stadi. Italia Nostra nel prendere atto con soddisfazione di tale retto intendimento si interroga sulle ragioni della apparente incoerenza. Si chiede altresì se i Comics con riferimento alla “concezione architettonica delle Mura” e al non essere gli spalti “un comune spazio performativo” possano essere considerati una cosa diversa che può essere autorizzata".

1 commento

  • tapiro
    tapiro Venerdì, 19 Maggio 2017 21:22 Link al commento

    Era l'ora che qualcun altro, oltre che la consigliera Roberta Bianchi e il Comitato Centro Storico, si muovesse a dire che questa manifestazione non c'entra nulla con Lucca e le sue Mura, anzi le danneggia e ulteriormente consegna un bene pubblico all'utile di un privato e di poche categorie cittadine..E la stampa osannante potrebbe fare il suo lavoro in modo più e indagare e raccontare anche opinioni diverse sul "meraviglioso regalo fatto all città " che "tutto il mondo ci invidia".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter