Menu
RSS

Studenti e precari in corteo contro Renzi - Foto

0151Studenti, precari, disoccupati e sindacati. Tutti contro il premier Matteo Renzi atteso in città e soprattutto contro il Festival del Volontariato: “Non vogliamo il volontariato nel nostro curriculum - dicono - noi vogliamo soltanto lavorare”. Piazza San Michele, centro della protesta, si riempie velocemente: ci sono gli studenti, provenienti anche da Pisa, e i sindacati, dai Cobas della scuola fino al sindacato Usb. Circa 150 persone che puntano il dito contro il governo Renzi e che oggi pomeriggio (12 aprile) hanno dato via ad un corteo per le strade del centro storico, partito attorno alle 16,30. Tutti dietro ad uno striscione con uno slogan che non lascia spazio ad equivoci: “Una sola grande opera: casa e reddito per tutti”. Alla manifestazione ha preso parte anche un gruppo di bidelle dei cosiddetti appalti storici, che chiedono garanzie al premier Renzi, ma anche al ministro Stefania Giannini, dopo aver aderito anche al sit in di protesta di ieri sempre in piazza San Michele.

Leggi tutto...

Contro i tralicci scatta anche la raccolta firme online

Schermata 04-2456760 alle 15.58.52La rivolta contro i tralicci dell'elettrodotto nell'Oltreserchio approda anche sul web. Attraverso una petizione online contro il progetto di Terna che prevede di traslocare le linee da 320 e 132 chilovolt dalla piana dell'Oltreserchio alla collina e soprattutto contro la nuova centrale elettrica che si vuole realizzare alle ex cave di Balbano. E mentre i cittadini della zona, attraverso i legali e i tecnici messi a disposizione dalla famiglia Marcegaglia, stanno preparando i ricorsi contro gli espropri e le servitù, necessarie per dare il via al progetto, è scattata la raccolta delle firme contro l'elettrodotto. Una petizione che è stata lanciata anche sul web dai promotori della protesta, in attesa del consiglio comunale aperto che è in programma lunedì sera (14 aprile) agli impianti sportivi di Nozzano (Leggi). 

Leggi tutto...

Protesta in piazza S. Michele, anche i Cobas in piazza contro il precariato

Anche i Cobas della provincia di Lucca alla manifestazione di protesta di oggi (12 aprile) in piazza San Michele. Bersaglio della contestazione, il decreto legge sull’ulteriore precarizzazione del lavoro. “Il governo Renzi finora si è caratterizzato come il governo degli annunci tesi a conquistare il consenso personale per il Grande Imbonitore – affermano -. Ogni volta viene fissata una scadenza ‘urgente’, che poi viene continuamente spostata in là. L’unica certezza è la precarizzazione del lavoro: contratti a termine senza motivazione anche per 3 anni per evitare il rischio che i giudici li dichiarassero illegittimi; 8 proroghe per consentire contratti precari anche su posti che sarebbero a tempo indeterminato; nessun obbligo di stabilizzazione degli apprendisti per poterne assumere altri; nessun obbligo di formazione teorica per cui il contratto di apprendistato si palesa per quello che è sempre stato: lavoro sotto pagato senza formazione. Il tutto, dicono, per combattere la disoccupazione".

Leggi tutto...

Mercato straordinario ai Bacchettoni

Domani (13 aprile), si terrà la tradizionale edizione delMercato straordinario delle Palme in via dei Bacchettoni. Una parte degli ambulanti del Mercato settimanale del mercoledì e del sabato  saranno a disposizione della clientela in questa edizione straordinaria domenicale. Un'occasione di promozione del Mercato soprattutto nei  confronti di quella parte di clientela che per motivi di lavoro non riesce a frequentare il mercato nelle sue edizioni infrasettimanali.

Leggi tutto...

Grande teatro per la lirica, progetto sul tavolo di Renzi

lucidapalaceProprio nel giorno in cui è atteso a Lucca il premier Renzi che saluterà il mondo del volontariato in un intervento previsto attorno alle 18 nel complesso di San Francesco, sul tavolo del primo ministro giunto il progetto del grande teatro della lirica per la città. Una idea che prevede non solo una nuova struttura, adattabile secondo le esigenze ad ospitare vari generi di spettacoli, ma - più estesamente - un progetto culturale “rivoluzionario” portato avanti dal 2006 dall'associazione LuCIDA. Marco Banti, il vero ideatore del LuCIDA Palace, ha inviato una lettera al presidente del Consiglio, ma anche ai ministri Stefania Giannini, Dario Franceschini e Federica Guidi. La missiva, in cui Banti illustra il percorso seguito fino ad ora dal progetto, presentato di recente anche alla commissione urbanistica del Comune (Leggi), è stata inoltrata anche al presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi e all'assessore all'urbanistica Anna Marson. L'obiettivo è quello di avviare un percorso che coinvolga le varie istituzioni. Da risolvere, infatti, per vedere realizzato finalmente il progetto, sul quale si era espresso positivamente anche il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, ci sono diverse questioni. A cominciare da quelle urbanistiche, introdotte dal regolamento regionale cui i Comuni devono comunque rifarsi. Una delle questioni tra l'altro sollevate nel corso dell'illustrazione del progetto alla Casa della Città anche dall'assessore comunale all'urbanistica Serena Mammini.

Leggi tutto...

Prociv e media, ministro Poletti: raccontare buone pratiche

ministropolettiL’Italia che fa bene esiste. E chiede di esser raccontata. È per questo che mondo del giornalismo, della politica e dell’associazionismo hanno deciso di fare squadra per far emergere questo splendido volto del Paese troppo spesso lasciato in ombra. È stato presentato questa mattina (12 aprile) al Festival del Volontariato di Lucca il Manifesto dell’Italia che fa Bene, dieci punti che dovranno orientare la comunicazione di media, politici e mondo del no profit per restituire centralità alle buone notizie. “Il Manifesto – spiega Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale del Volontariato - nasce da una alleanza tra giornalisti e comunicatori che insieme hanno deciso di fare rete col volontariato, il terzo settore e con la buona politica per raccontare l’Italia che fa bene. Si tratta di un’operazione straordinaria e per nulla scontata. Non è infatti un’impresa facile riuscire a porre sotto i riflettori quella parte del Paese che di fronte alla crisi ha reagito impegnandosi. Per affrontarla dobbiamo serrare i ranghi, lavorare uniti, ciascuno con il proprio ruolo, ma perseguendo i medesimi obiettivi. A questo proposito, significative sono le parole chiave che costituiscono il Manifesto: vanno da responsabilità ad educazione, da integrazione a bene, da comunicazione a bellezza. Tutte insieme rappresentano un impegno importante per un cambiamento da non rimandare: auspichiamo che sempre più soggetti decidano di assumerlo”. 

Leggi tutto...

Rifiuti, raccolta nel mirino: “Sindaco convochi assemblea”

rifiutiluccaluChiedono al sindaco di indire un nuovo confronto pubblico sul tema dei rifiuti e soprattutto della raccolta in centro storico e in periferia. Ad avanzare la richiesta, puntando il dito contro le politiche ambientali dell'amministrazione comunale, sono i membri dell'associazione Ancora Liberi e Forti e in particolare il presidente Giampaolo Micheloni. “Questa amministrazione comunale - incalza - ha voluto stravolgere i piani e gli indirizzi già predisposti ed programmati dalla  precedente che prevedevano la realizzazione di 17 isole a scomparsa di dimensioni ridotte  per coprire in maniera omogenea la raccolta differenziata all’interno delle Mura. Questi progetti erano stati oggetto di un finanziamento a fondo perduto pari al 50% della spesa complessiva per 1.250.000 euro. Trattandosi di finanziamento pubblico, abbiamo il diritto di conoscere come è stata utilizzata questa considerevole cifra”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter