Menu
RSS

Legge aree protette, insorgono i cacciatori

21729332 10213859874560683 1728129215 n242 appostamenti di caccia persi solo nella Provincia di Lucca e oltre 2mila cacciatori "disoccupati". Queste alcune delle tante conseguenze che porterà la modifica alla tanto discussa legge 394 sulle aree protette – in dirittura d’arrivo in Senato – presa in analisi oggi (13 settembre) nella sala Accademia di Palazzo Ducale da alcuni membri della Confederazione cacciatori della Toscana. Un argomento, quello della caccia, che da sempre porta con sé il fascino della tradizione ma anche tante critiche e disapprovazioni, ma chi oggi si batte per la revisione di tale modifica e desidera un passo indietro non lo fa solo per faccende di cuore: a rischio, infatti, non solo la biodiversità delle specie animali ma anche le attività agricole e le coltivazioni, la sicurezza delle strade e, ovviamente, anche della stessa popolazione data dall’aumento dei cinghiali. Quello dell’alto numero degli ungulati è infatti una problematica che interessa tutti, dall’alta Garfagnana alle campagne del Compitese, e con la modifica apportata alla legge di famiglie di cinghiali nel giardino di casa se ne sentirà parlare sicuramente molto di più.

Leggi tutto...

Caccia, si presenta uno studio sulle aree protette dopo la modifica alla legge

cacciatoriLa Confederazione Cacciatori toscani presenta mercoledì (13 settembre) alle 11 a Palazzo Ducale uno studio sulle conseguenze prodotte dalle modifiche alla legge 394 sulle aree protette, in dirittura d’arrivo al Senato. Dati e proiezioni che legittimano il grido d’allarme lanciato dalla Cct e la richiesta di un ripensamento al Parlamento ed al Governo e alla regione Toscana di un deciso intervento per la difesa di ruoli e competenze proprie.

Leggi tutto...

Aree protette, nuova legge per valorizzarle

areeprotetteUna maggiore razionalizzazione e più omogeneità nel sistema delle aree protette e della biodiversità; al tempo stesso più semplificazione e più vicinanza ai cittadini. Sono questi i codici che hanno ispirato le ulteriori modifiche che l'ultima proposta di legge apporta alla legge regionale 30 sulla conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturalistico-ambientale della Toscana. Approvata dalla giunta regionale, la pdl punta a ottimizzare il riassetto delle funzioni sulle aree protette che dalle Province sono passate alla Regione alla luce anche del recepimento di modifiche normative sopravvenute nella legislazione nazionale. Obiettivo: valorizzare il patrimonio naturalistico toscano e garantire il suo funzionamento al meglio.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter