Menu
RSS

Giornata nazionale della povertà, tante iniziative in città

italocastellaniSi è celebrata oggi (19 dicembre) la prima giornata mondiale dei poveri. La giornata è stata indetta da Papa Francesco con l'obiettivo di sensibilizzare le comunita affiché diventino sempre piu e meglio segno concreto della carita di Cristo per gli ultimi e i piu bisognosi. Il Papa ha invitato anche le chiese locali e le comunita civili ad approfittare della giornata per porre dei segni concreti di vicinanza alle povertà.


Anche a Lucca sono stati individuati alcuni semplici segni per dire la volonta della chiesa e del mondo del volontariato e del sociale di scegliere la parte dei piu fragili e di curare nel quotidiano
relazioni di pace e di inclusione. In particolare venerdì (17 novembre) si è svolta una veglia di preghiera alla cattedrale di San Martino e oggi (19 novembre) oltre alla messa celebrata in cattedrale, alla quale sono stati invitati in particolare gli operatori e i volontari che si occupano di poverta, si è svolto un pranzo di amicizia e di convivialità insieme agli ospiti delle mense di solidarieta e dei servizi di prossimità alla povertò, in compagnia dell'arcivescovo Castellani e dei volontari.
Il pranzo è stato il frutto di una collaborazione ampia, bella, partecipata tra moltissimi soggetti del mondo del volontariato che hanno contribuito concretamente alla riuscita dell'iniziativa:  Caritas Lucca, Misercordia di Capannori e di Lucca, Croce Rossa, Comunita di Sant'Egidio, Conferenza della San Vincenzo, Volontariato Vincenziano Femminile, Ceis Gruppo giovani e comunita, Casa della carità, Gruppo volontari accoglienza immigrati, mensa di Segromigno, Mensa di Vicopelago, Ordine dei Cavalieri di Malta, Gruppo Scout, Ascolta la mia voce Onlus, Parrocchia
del centro storico. Significativa anche la partecipazione della sezione soci della Coop di Lucca e dell'Unicoop di Firenze che continua la collaborazione consolidata nel tempo in risposta alle  poverta alimentari, grazie alle raccolte di generi per il territorio e il progetto di recupero del potenziale spreco alimentare.
Una giornata di festa, ma anche un piccolo percorso di lavoro in rete, di condivisione di obiettivi e di strumenti che vuole segnare uno stile anche per le molte attivita di contrasto alla povertà che la città esprime tutto l'anno. Moltissime poi le iniziative promosse dalle singole comunità parrocchiali per sensibilizzare sul tema della povertà e della solidarietà verso le persone vulnerabili: raccolte di beni, pranzi condivisi, momenti di preghiera. Per tutti, l'invito del vescovo di invitare a pranzo persone sole o che vivono momenti di sofferenza.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto
 

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter