Menu
RSS

I richiedenti asilo dagli anziani della Rsa Monte S. Quirico

IMG 20170318 WA0019“Questo è un esempio concreto di ciò che noi intendiamo per accoglienza e integrazione”, ha detto il sindaco Alessandro Tambellini a margine della visita di questo pomeriggio (18 marzo) al centro anziani di Monte San Quirico, dove da circa un mese è stato attivato un nuovo progetto che coinvolge un gruppo di quattro richiedenti asilo che sono seguiti dalla cooperativa Odissea. “Il nostro modello è questo – ha detto Tambellini – e ha tra i suoi punti di forza il coinvolgimento delle persone richiedenti asilo in percorsi che abbiano un ritorno positivo per la comunità. Abbiamo già attivato in questo senso una serie di attività per la cura dei beni comuni in alcune frazioni del territorio e sulla via Francigena. La prossima settimana presenteremo un ulteriore progetto che vedrà anche la partecipazione del mondo produttivo”.

Il sindaco, accompagnato dall’assessore Antonio Sichi, ha incontrato gli anziani, gli operatori e i giovani migranti che insieme agli educatori ogni settimana si recano a Monte San Quirico con la Comunità di Sant’Egidio, la quale già da alcuni anni opera qui con una serie di attività ludiche e di socializzazione. Il progetto, ancora agli inizi, sta già dando interessanti frutti nel senso di una integrazione alla pari fra gli anziani residenti nella struttura e i giovani migranti. Attraverso attività varie (la tombola, il gioco delle carte, laboratori artistici), ma soprattutto con il dialogo, si intrecciano le esperienze di vita di persone giovanissime che hanno lasciato il loro Paese di origine con le esperienze di anziani lucchesi e non, alcuni dei quali in gioventù hanno a loro volta vissuto per più o meno lunghi periodi in Paesi esteri.

3 commenti

  • Max
    Max Lunedì, 20 Marzo 2017 02:27 Link al commento

    RIVOLUZIONE.......... Non PAROLE Ma FATTI... RIBELLATEVI...... Mi DISPIACE Ma A QUESTO PUNTO è INDISPENSABILE... ALTRIMENTI Ci VENDONO ALL'EUROPA...... E Presto Nn Ci Saròà + NULLA!

  • Vanessa
    Vanessa Domenica, 19 Marzo 2017 16:37 Link al commento

    Eh te pensa a me Laureata ho lavorato come educatore 11 anni a Monte S.Quirico,ho tre figli e sono diventata un esubero xche il comune di Lucca ha deciso di tagliare le spese X le rsa!
    E'vergognoso!!L'ipocrisia della sinistra è' talmente evidente che non dovrebbero aver il coraggio di riempirsi la bocca di parole come lavoratori e diritti!poi ora che hanno salvato Minzolini...sono paragonabili a Giuda!

  • barbaea
    barbaea Domenica, 19 Marzo 2017 08:23 Link al commento

    Quindi a questo punto la Regione Toscana dovrà restituirmi i 1500 euro che ho speso per diventare un tecnico dell animazione e lavorare nelle rsa.
    Perché se viene utilizzata sta gente io non lavorerò mai è questi soldi sono buttati.
    Bene chiedete al sindaco che dica ame ed ad altri che hanno speso la stessa cifra da disoccupati tra l'altro. ..come essere rimborsati. Grazie

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter