Menu
RSS

Ghostbuster: “In città non solo spettro di Napoleone”

fantasma4“Lucca è un posto bellissimo ed ho scelto di rimanere qui. La città, nei prossimi anni, assumerà un ruolo a livello mondiale nemmeno paragonabile rispetto a quello che ha oggi”. Parole e profezie di…Napoleone Bonaparte. O meglio, del suo fantasma. Sì perché oggi, in città, sono arrivati i "ghostbusters": l’associazione National Ghost Uncover, 102 iscritti e tre sedi in Italia (Riccione, Montecarlo e Forlì) si è proposta di trovare, dopo numerose segnalazioni, lo spettro dell’imperatore.


Il presidente Massimo Merendi ed il responsabile tecnico Gianfranco Morgani, muniti di camice bianco e strumenti per la rilevazione di anomalie dei campi elettromagnetici e quant’altro, hanno deciso di recarsi personalmente sui luoghi degli avvistamenti. Una ricerca che, in realtà, è durata circa 20 giorni per concludersi il 4 aprile scorso. “Gli strumenti che usiamo - spiegano - non servono a certificare l’esistenza dei fantasmi, ma ad escludere interferenze dell’uomo nei fenomeni inspiegabili”. Merendi parla avvistamenti in serie nell’arborato cerchio, da parte di testimoni definiti più che attendibili.
“Ovviamente - prosegue - abbiamo chiesto documenti di identità e verificato che non si fossero messi d’accordo prima. Da Lucca sono arrivate 9 segnalazioni a partire dal 2007, anno in cui abbiamo aperto l’associazione: cinque di esse riguardano Napoleone”. Il fratello di Elisa Baciocchi - questo l’avvistamento più eclatante - avrebbe addirittura fermato un gruppo di persone, due lucchesi e due fiorentini - nella scorsa estate: “Passavano acanto a Palazzo Ducale verso sera - raccontano gli acchiappafantasmi - quando hanno visto un uomo vestito in abiti di quell’epoca avvicinarsi a loro, quasi all’ingresso di cortile degli svizzeri. Lì per lì hanno pensato che fosse un figurante, ma poi ha iniziato a parlargli in francese strettissimo. Ha detto anche che ricomparirà il prossimo agosto: un vero e proprio appuntamento, ma l’unica signora che sapeva parlare francese, presa dall’emozione, non ricorda il giorno. L’importante è che, a differenza di altri spettri, non ha lanciato maledizioni contro gli amministratori locali. Lo fanno spesso in periodo elettorale. Poi è scomparso attraversando la parete”.
Ulteriori avvistamenti risalgono al 24 gennaio scorso, quando attorno alla statua di Maria Luisa di Borbone testimoni, intorno alle 13, hanno visto strane fluorescenze dalle sembianze umane. Ancora, all’interno di Palazzo Ducale, un dipendente ed altre persone di passaggio giurano di aver visto ombre umane dissolversi: “Una era seduta al posto di lavoro del dipendente”, ricorda Merendi.
Non solo Napoleone però: l’associazione ha ricevuto chiamate anche per due case “stregate” ad Altopascio, con tanto di sedie levitanti e porte che si aprono da sole, mentre sempre in lucchesi ci sarebbero due vampiri (autodenunciati) e quattro licantropi.
Merendi e compagni, nel frattempo, annunciano che chiederanno un permesso per installare una colonnina speciale accanto a palazzo Ducale, ad agosto: “Valuteremo così per 48 ore di seguito il possibile verificarsi di alterazioni”. Stamani, intanto, gli strumenti non hanno trovato Napoleone, ma rilevano comunque la presenza di numerosi fantasmi che si aggirano per la piazza omonima. “Non bisogna però avere paura di queste cose - conclude Merendi - perché gli episodi che riguardano presenza maligne sono davvero pochi”.
L’associazione, senza scopo di lucro, è la seconda in Europa e la quarta nel mondo per dimensioni: le prime posizioni sono occupate da acchiappafantasmi con sedi in Ohio, Philadelphia e Londra.

Ultima modifica ilGiovedì, 20 Aprile 2017 14:48

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter