Menu
RSS

Lunedì incrociano le braccia i lavoratori del settore gomma-plastica

cislcgilI lavoratori del settore gomma-plastica della Toscana (in tutto sono oltre 3mila) sciopereranno nei prossimi giorni per riaprire il tavolo di trattativa sugli scostamenti inflattivi previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro e per non compromettere ulteriormente il sistema di relazioni industriali con la Federazione gomma e plastica, l’associazione datoriale aderente a Confindustria. "La federazione che rappresenta le aziende del settore - spiegano i sindacati - ha infatti deciso di procedere unilateralmente, interpretando in modo restrittivo la norma contrattuale che prevede la definizione degli scostamenti soltanto a seguito della conclusione dell’esame congiunto tra le parti, decidendo di trattenere 19,06 euro dei 30 di aumento previsti dal rinnovo del contratto collettivo".

Leggi tutto...

Le bidelle scioperano e il preside chiude la scuola

di Roberto Salotti
secondaria 1 ponte moriano 640x250Un provvedimento 'drastico' che ha provocato malumori, proteste e, comprensibilmente, anche qualche disagio per le famiglie dei 230 studenti della scuola media di Ponte a Moriano. Il dirigente scolastico Marco Orsi, infatti, ha deciso di chiudere l'istituto quando questa mattina (10 novembre) ci si è resi conto che tutte le bidelle avevano aderito allo sciopero del pubblico impiego, indetto a livello nazionale dai sindacati di base. Una mobilitazione che ha avuto, per il resto, scarsa adesione negli altri istituti scolastici di Lucca e provincia, limitandosi a qualche sporadico caso alle superiori, con qualche picco in più al liceo musicale Passaglia, in S. Agostino, dove comunque la scuola è rimasta aperta.

Leggi tutto...

Precari e tagli al sociale, confermato lo sciopero Usb

usbbIl sindacato Usb unione sindacale di base ha indetto uno sciopero generale di 8 ore per la giornata di domani (10 novembre) per tutte le categorie di lavoratori contro "la precarietà, i tagli al sociale, le privatizzazioni di aziende pubbliche e partecipate, la dismissione di aziende strategiche, contro la deriva autoritaria e repressiva del governo, per il rinnovo dei contratti pubblici, per l’incremento di salari, stipendi e pensioni, per il rilancio di servizi pubblici e gratuiti, per il diritto al reddito e all’abitare, la messa in sicurezza del territorio, il contrasto alla xenofobia e al razzismo e in difesa del diritto di sciopero".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter