Menu
RSS

Pescaglia in ordine con i pagamenti: "Problema con il software del Mef"

andrea bonfanti parlamento europeoOltre un milione e 800 mila euro. È questo l’ammontare dei pagamenti effettuati nel 2016 dal Comune di Pescaglia a fronte di un importo totale di 2 milioni di euro di fatture emesse nei confronti dell’amministrazione. "Gli uffici comunali hanno però riscontrato - spiegano dal Comune - un problema di comunicazione tra il software adottato dall’ente e la piattaforma dei crediti commerciali (Pcc) adottata dal Ministero dell’economia e delle Finanze. Da qui nasce la discrepanza con i dati pubblicati nei giorni scorsi dal Mef in merito ai pagamenti della pubblica amministrazione dai quali emergeva che fossero stati pagati solo 256mila euro. Il problema tuttavia è in fase di risoluzione affinché i dati degli anni successivi siano allineati".

Leggi tutto...

Tesoreria e finanze, vertice dei dirigenti in Comune

1408572 comuneluccaIeri (31 agosto) si è svolto a Palazzo Santini, nella sala del consiglio comunale, l’incontro fra gli economi, i dirigenti di 13 amministrazioni pubbliche della Toscana. Hanno partecipato oltre al Comune di Lucca, i comuni di Firenze, Pisa, Livorno, Siena, Massa Carrara Pistoia, Prato, Capannori, Altopascio, Camaiore e la Provincia di Lucca. L’incontro, organizzato dai servizi di economato e di provveditorato del Comune di Lucca, di concerto con l’assessore alle finanze Enrico Cecchetti, ha visto una partecipazione attenta e vivace, che ha confermato l'interesse per l'iniziativa di cui l’amministrazione comunale di Lucca si è fatta promotrice coinvolgendo per i tecnici delle varie amministrazioni pubbliche.

Leggi tutto...

Opposizione Bagni di Lucca: "Assessore Bacci dia un segno di vita"

baccibagniBagni di Lucca, opposizione all'attacco dell'assessore alle finanze Bacci. "In un Comune in gravissima difficoltà finanziaria - dice l'assessore - peggiorata con la gestione Betti, ci pare logico domandarci se c’è un assessore alle finanze e cosa ne pensa dell’attuale situazione. Il dubbio sorge spontaneo perché, come gli altri assessori, anche a Diego Bacci spetta un’indennità ma per il resto pare un semplice soldatino che ubbidisce al quartetto De Mattia, Betti, Tintori, Zago. E l’ordine dei cognomi è puramente voluto".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter