Menu
RSS

Borgo, presto lavori anche nelle elementari e materne

Patrizio AndreuccettiIl sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti risponde all’opposizione sulle scelte riguardanti la scuola media e annuncia nuovi lavori nel settore dell'edilizia scolastica. "Le minoranze sono davvero in confusione - afferma -. Da una parte Borgo in Movimento, d’accordo con la scelta della riqualificazione, pur di non dire che abbiamo fatto un buon lavoro critica le tende; dall’altra Andare Oltre non sa arrendersi di fronte all’evidenza di una scelta e di un intervento condiviso con entusiasmo e convinzione da tutta la comunità. Ma entriamo nel merito di quanto ci viene contestato (soprassedendo sulle tende, ovviamente). Io credo che la sicurezza delle scuole sia al primo posto tra le esigenze di una comunità. Ed avere una scuola media sicura, dal momento che i dati ci dicevano da anni essere la più insicura del comune, doveva essere priorità su tutto. Prima di un palazzetto e di una piscina (opere importanti ma certamente secondare rispetto ad una scuola). Dal momento che su questo punto credo convenga ogni cittadino di buonsenso, quindi immagino anche gli esponenti di Andare Oltre, perché la famigerata scuola da sei milioni non è stata realizzata nei loro dieci anni di mandato? Le risposte sono due. O l’opera era irrealizzabile o non la consideravano prioritaria. Se era irrealizzabile, a maggior ragione lo rimane oggi dove gli enti hanno meno risorse di ieri. Se invece non la consideravano prioritaria ma ritenevano di avere le risorse per farla, la responsabilità politica è chiara: si è preferito una piscina o un palazzetto alla sicurezza dei nostri ragazzi".

Leggi tutto...

Nido e materne, i vaccini diventano obbligatori

vaccino influenza.JPGVaccini obbligatori in Toscana per l'accesso al nido e alla scuola materna. La giunta regionale ha approvato stamani (24 gennaio) la proposta di legge presentata dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi che prevede che l'aver effettuato non solo le vaccinazioni obbligatorie, ma anche quelle raccomandate dal Piano nazionale prevenzione vaccinale costituisca requisito per l'iscrizione ai nidi d'infanzia, ai servizi integrativi per la prima infanzia (servizi che integrano l'offerta del nido: spazio gioco, centro per bambini e famiglie, servizio educativo domiciliare; tra questi servizi non sono comprese le ludoteche) e alla scuola dell'infanzia (scuola materna).

Leggi tutto...

Statalizzazione scuole materne a Viareggio, Baccelli scrive al senatore Marcucci

Statalizzazione delle scuole materne del Comune di Viareggio, sul tema il presidente della Provincia, Stefano Baccelli, ha scritto al senatore Andrea Marcucci, in qualità di presidente della settima commissione istruzione pubblica e beni culturali. Per chiedere l'attenzione del governo per il passaggio di tali scuole sotto l'egida dello stato, che ne garantisca anche i finanziamenti e la sopravvivenza.
“Tra i vari problemi che affliggono Viareggio e il Comune della città - scrive Baccelli - quello delle pochissime risorse di cui dispone l’amministrazione per continuare a garantire i necessari servizi per i cittadini è uno dei più gravi ed urgenti da risolvere. E sappiamo bene come, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione, questi servizi resi quotidianamente dagli enti pubblici risultino fondamentali soprattutto in un periodo di prolungata crisi economica. Per un Comune in pieno dissesto finanziario, quindi, il rischio che scompaiano o vengano drasticamente ridotti è molto alto. Negli ultimi tempi si è parlato sempre più spesso di una possibile statalizzazione delle scuole materne comunali nell’ambito del processo riorganizzativo dell’istruzione pubblica grazie alle risorse che il Governo intende destinare a questo fondamentale settore. A Viareggio ci sono 5 scuole materne comunali che utilizzano personale pagato con le casse dell’amministrazione civica”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter