Menu
RSS

Stelle al merito per sei lavoratori lucchesi

stellaalmeritoSono 74 i lavoratori toscani che hanno ricevuto stamani la Stella al Merito del Lavoro nel corso di una cerimonia organizzata dalla prefettura nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. L’onorificenza viene conferita tradizionalmente il Primo Maggio dal presidente della Repubblica a coloro che si sono distinti nella propria esperienza lavorativa per laboriosità, perizia e condotta morale. Prestigiosi riconoscimenti per chi, in oltre vent’anni di carriera, si è distinto per qualità professionale, per i miglioramenti che ha apportato all’attività quotidiana della propria azienda o per gli insegnamenti che ha saputo trasmettere ai colleghi più giovani. "Oggi è una ricorrenza parte integrante delle nostre tradizioni e della nostra cultura - ha affermato il prefetto Alessio Giuffrida nell’inaugurare la manifestazione - una ricorrenza radicata nella nostra Carta costituzionale che ha posto il lavoro alla base dell’edificazione civile dell’Italia”. Il tema dell’occupazione è stato al centro dell’intervento del prefetto che ha sottolineato con forza come oggi debba essere “un momento di festa e anche di riflessione”. “Il lavoro, la sua mancanza, le condizioni in cui si trovano ad operare tanti lavoratori rappresentano una preoccupazione che turba i nostri giorni, una nube che ci impedisce di guardare al futuro con ottimismo”. "Senza lavoro - ha aggiunto Giuffrida - non può esserci sviluppo della persona umana”. La disoccupazione non pone solo problemi di sostentamento, ha sottolineato, ma priva l’individuo della propria dignità e dei propri progetti di vita, lo condanna a non poter essere libero, ma esposto al ricatto del bisogno e della disperazione. E qui Giuffrida ha lanciato il suo messaggio per il Primo Maggio. “Ogni cittadino privo di un posto di lavoro – ha detto – deve essere in cima ai nostri pensieri. Chiunque rappresenti un’istituzione, di qualunque natura, politica, amministrativa, sindacale, datoriale, scolastica, deve fare con determinazione tutto quello che serve. Una sfida impegnativa e collettiva".

Leggi tutto...

Quilici (Lega Toscana): "Per noi prima i lucchesi, non il nord"

ilaria quiliciProsegue la polemica a distanza fra Lega Nord e Lega Toscana dopo l'annuncio di Ilaria Quilici di candidarsi alla carica di sindaco alle prossime elezioni. "Lega Toscana - dice la candidata sindaco alla segretaria comunale della Lega Nord, Marcella Maniglia - movimento che vive di luce propria, non è l'imitazione di nessuno in quando non propaganda 'Prima il nord', ma si concentra solo su Lucca e i lucchesi. La signora Maniglia, che forse crede che la Lega Nord sia l'unica portatrice di verità, inoltre "diffida chi usa il nome e il simbolo per confondere l'elettorato", dimenticando che il diritto di usare il nome Lega non è patrimonio esclusivo di nessuno così come stabilito nel 2015 dal Consiglio di Stato in una sentenza che il partito che lei rappresenta ha perso. Circa le affermazioni che Lega Toscana non abbia un programma idoneo, lasceremo decidere agli elettori, non certo alla signora Maniglia".

Leggi tutto...

Vizi e virtù dei lucchesi in una vignetta di Zerocalcare

zerocalcarecomicsVizi e virtù di una città, come indicarle con lapis e pennarello. E’ quello che è riuscito a fare Zerocalcare, l’ideatore del manifesto di Lucca Comics and Games per quest’anno, in una striscia molto apprezzata. Si vedono alcuni cittadini che commentano la manifestazione fra un “Era meglio prima” e una critica ai cosplayer. Insomma una raccolta, in poche battute, di tutti i commenti pro e contro alla cinque giorni che ha cambiato il volto della città. Che è tornata da oggi a riflettere su se stessa, fra vizi e virtù. Come ci ha disegnato Zerocalcare.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter