Menu
RSS

Il professor Vallauri chiude il Lucca Vegan Friend in Sala Tobino

-vallauri0Nella quarta e ultima giornata del Lucca Vegan Friends grande attesa per il professor Luigi Vallauri, ordinario all'università di Firenze, Filosofo animalista nonchè esperto di biodiritto, ha scritto insieme a Stefano Rodotà il più grande trattato di biodiritto (edito da Giuffrè). Noto sostenitore dei diritti animali, un vegetariano convinto che non di rado si spinge fino a proposte bizzarre e provocatorie. Un luminare preparatissimo, affascinante ed estremamente colto, ma anche un pensatore eclettico in grado di far notizia incantando. A intervistarlo sarà Lorenzo Lombardi, attivista vegan e vincitore di tante battaglie grazie ad eventi fatti anche fuori dalle istituzioni: dai cortei e la manifestazioni iniziate nel 2011 per far chiudere Green Hill, al Green Pride organizzato nel 2012 a Pistoia insieme all'ex ministro Pecoraro Scanio. Concluderà il pomeriggio il saluto di Alessio Ciacci, ex assessore all'ambiente nel Comune di Capannori nonchè personaggio ambiente nel 2012, oggi alle prese con la gestione dei rifiuti a Messina. L'appuntamento è fissato domani (2 giugno) nella sala Mario Tobino del Palazzo Ducale di Lucca.

Leggi tutto...

Regionali, Neri (Pd): "Soddisfatto del voto, la Versilia ora deve contare in Toscana"

"Il risultato delle elezioni regionali che mi ha visto ottenere oltre 8000 voti di preferenza personali mi lusinga e mi onora". Sono le parole con le quali il candidato consigliere del Pd, Ettore Neri, commenta i dati delle elezioni regionali in Toscana. "Sono stato, in tutti i Comuni della Versilia, il più votato nelle liste del Pd grazie ad una proposta che, evidentemente - spiega -, è stata largamente condivisa dagli elettori e che ha messo al centro il bene del territorio e il benessere dei cittadini; le politiche della crescita e dello sviluppo; il tema del lavoro; le politiche ambientali, sanitarie e sociali di area vasta; i giovani; i temi della scuola e della formazione".

Leggi tutto...

Fantozzi: "Dalle ceneri del voto sorga il nuovo centrodestra in Toscana"

"Ci si sofferma troppo poco a livello nazionale e locale sull'unico dato rilevante di queste elezioni, quello dell'astensionsimo che, in casa nostra, a Lucca tocca il 45,9% degli aventi diritto. È il dato politico per eccellenza, che surclassa e ridimensiona ogni altra dichiarazione rilasciata nelle ultime ore da tutte le forze politiche, partendo dagli imbarazzi del Partito Democratico per l'innegabile flessione registrata". Lo dice il sindaco di Montecarlo, Vittorio Fantozzi, commentando il voto delle elezioni regionali. "Un dato, quello del l'astensione - prosegue -, che ha il suono della campana a morto per una società democratica e deve imporre a tutta la classe dirigente non più lo spazio ed il tempo delle consuete riflessioni post elettorali, ma soluzione concrete ed incisive, dalla possibilità di participare fattivamente alla vita politica, tornare a scegliere i propri candidati seppure condizione di per se non sufficiente, alla scelta stessa della data del voto".

Leggi tutto...

Menesini: "Complimenti a Rossi e agli eletti in Lucchesia. Preoccupato per l'astensionismo e l'avanzata degli estremismi"

Regionali, arriva anche il commento di Luca Menesini: "Complimenti a Enrico Rossi, ancora Presidente della Toscana - dice il primo cittadinio di Capannori - Complimenti a Stefano Baccelli e Ilaria Giovannetti che ci rappresenteranno in Regione, fiducioso che lavoreranno nell'interesse di tutta la provincia. Voglio fare i complimenti anche alla nostra candidata Lia Miccichè, che è riuscita a raccogliere un consenso interessante e importante, alla luce dei dati di Capannori, Lucca e di tutta la Piana. La nostra candidatura era fuori dallo schema di correnti e sono sempre più convinto che oggi il Pd abbia bisogno di mettere energie nuove, fresche - in linea con quanto avviene a livello nazionale - a servizio dei territori e senza mettergli "pettorine" addosso".

Leggi tutto...

Ceccarelli (Popolo Toscano) ringrazia gli elettori: "Conteremo in consiglio regionale"

gaetanoceccarelli"Un grazie sentito ai 2.259 elettori che in provincia di Lucca hanno dato il loro consenso alla lista civica Il Popolo Toscano, messa in piedi in un paio di mesi, ed un grazie del tutto personale ai 761 lucchesi che hanno espresso la loro preferenza al sottoscritto, consentendole di classificarsi al primo posto nella graduatoria provinciale della Lista, in base ai voti di preferenza conseguiti". Sono parole del candidato consigliere Gaetano Ceccarelli che non è riuscito a conquistare il seggio a Palazzo Panciatichi.

Leggi tutto...

Niente terzo seggio a FI, Marchetti chiede riconteggio nulle

mauriziomarchettiMaurizio Marchetti, rimasto fuori dal consiglio regionale, è pronto a chiedere il riconteggio delle schede nulle a livello regionale per Forza Italia. Perché solo per pochi voti il partito azzurro non ha conquistato il terzo seggio che, a quel punto, sarebbe toccato proprio al sindaco di Altopascio. Lo ha detto lo stesso Marchetti in diretta nello speciale televisivo di Noi Tv dedicato alle elezioni regionali e comunali.
Marchetti non disdegna il piglio polemico nei confronti di colleghi di partito e degi avversari politici: "Il risultato personale - commenta Marchetti - è buono perché arrivare a quasi 5mila preferenze in un partito che a livello regionale prende il 9 per cento è un risultato forte. Era probabilmente il momento peggiore per candidarsi e lo sapevo anche prima di candidarmi. Ma sono abituato a fare la mia parte. E laddove a Firenze Forza Italia prende il 5 per cento a Lucca fa il 13, con un risultato che da parte mia ha un ulteriore valore aggiunto perché, come "dissidente", non ho avuto il partito alle spalle. Come qualcun altro, che ha potuto avere un senatore della Repubblica a fare campagna elettorale sul territorio per li. Sarebbe stato meglio che il senatore fosse rimasto a Roma, per quanto mi riguarda di auguro di vederlo il più tardi possibile".
Marchetti, al di là del riconteggio delle schede, comunque guarda già al futuro e annuncia un progetto nuovo a partire dalle prossime amministrative "a Lucca e non solo". Con una sfida al partito: "Ho detto subito - chiarisce che il risultato è stato già raggiunto con le dimissioni del coordinatore regionale Massimo Parisi. Ora c'è da fare un percorso verso i prossimi ampppuntamenti, magari recuperando le esperienze dei Comuni dove vinciamo, che sono sempre legati a liste civiche in un percorso programmato lungo che coinvolge la società civile".
Non manca la polemica anche con gli avversari del Pd: "Sento dire che Rossi ha fatto un grande risultato a Lucca? Ma se Rossi prende il 48 per cento in regione e da noi il 40 per cento. E all'interno di questo va anche valutato che le 12mila preferenze di Baccelli in un partito che prende il 40 per cento non sono neanche lontanamente paragonabili alle mie 5mila in un partito che prende il 9". Infine sull'affluenza: "Non è normale che si voti - dice - il 31 maggio a ridosso di un ponte".

Leggi tutto...

Lamioni (Passione per la Toscana): "Deluso dai risultati, serve una riflessione per il centrodestra moderato"

Giovanni Lamioni, candidato di Passione per la Toscana, è deluso dal risultato elettorale, che lascia il suo movimento civico fuori dal Consiglio: "Non posso certo nascondere - dice - stando ai numeri definitivi, la delusione per un risultato che speravamo diverso. Evidentemente sia la bassa partecipazione e una campagna elettorale gestita in sordina da una parte, sia una radicalizzazione che poco di amministrativo aveva dall'altra, non ha premiato una proposta come la nostra, nata non più di un mese e mezzo fa. fuori dagli schemi della politica tradizionale". "Naturalmente - prosegue Lamioni - non voglio trovare giustificazioni artificiose, non è nel mio carattere e nel mio costume, ma di una cosa sono certo: il crollo del centrodestra moderato, con forze storiche che non raggiungono neanche le due cifre, a fronte di un puro voto di protesta molto "nazionale" più che regionale, deve far riflettere tutti sulla conduzione di questi anni. Io continuo ad essere convinto che occorra rifondare dal basso una nuova proposta politica per i toscani che vogliono una regione diversa e che, in moltissimi, probabilmente sono rimasti a casa. Mi assumo la mia parte di responsabilità e sono pronto a rimboccarmi le maniche insieme a tutti coloro che lo vorranno già da domani. Un primo obiettivo è già davanti a noi con le prossime amministrative, dove si potrà arrivare a competere a vincere se sapremo ritrovare le ragioni e la forza dell'unità dei moderati. Naturalmente, auguro buon lavoro al governatore Rossi".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter